V. FRANCAVILLA

Casertana: Pochesci, 'Oltre al sudore voglio gocce di sangue'

Alessio Petralla
11.05.2019 13:08

Ottimista e sereno il tecnico della Casertana Sandro Pochesci in vista della prima sfida dei play off che vedrà i suoi ragazzi opposti alla Virtus Francavilla squadra importante con una società che capisce di calcio...: "Andiamo a giocarci quesa partita su un campo difficile con una squadra che da febbraio in poi ha battuto quattro grandi del girone. E' una formazione forte che ho avuto modo di seguire perchè era nel mio girone in serie D e in C l'ho avuta contro. I brindisini hanno sempre disputato i play off. E' una società che sa quel che fa e fa sempre scelte giuste. Non siamo preoccupati ma consapevoli della gran responsabilità che abbiamo con una squadra che, essendosi classificata sopra di noi, ha dimostrato di essere più forte nonostante nei due scontri la Casertana abbia vinto sia all'andata che al ritorno".

IL CAMMINO: "Ricordo che la Virtus Francavilla nelle prime quattro partite vinse soltato con il Rieti. Poi da gennaio cambiò passo compiendo delle belle imprese. La rispettiamo ma non abbiamo paura".

CHE CASERTANA SARA'?: "La mia sarà una squadra determinata: nelle difficoltà ha sempre saputo reagire. Ci presenteremo a questo match con alcune assenze pesanti ma siamo abituati. Chi giocherà non farà rimpiangere i compagni indisponibili. Per natura sono sempre fiducioso e convinto che possiamo far bene. I miei ragazzi suderanno la maglia ma vorrei vedere anche qualche goccia di sangue: magari prendere qualche pallonata in più...".

LA VIRTUS FRANCAVILLA: "Trocini fa un bel 3-5-2. Si tratta di una formazione grintosa in casa con degli attaccanti forti e un centrocampista di spessore già richiesto. In Puglia, oltre che delle compagini più di spicco, ormai si parla spesso di loro: hanno un Presidente che ha investito tanto. E' una società che capisce di calcio altrimenti questi risultati non li avrebbero ottenuti. Il tutto condito dal fatto che giocano su campo neutro che può essere un piccolo vantaggio anche se ci hanno giocato tutto l'anno: posso garantire che il "Giovanni Paolo II" per loro era un fortino. Io, riuscii a fare 0-0 in una bolgia".

FORMAZIONE: "Zito e Zaccaro non partiranno. Floro Flores, che non è per niente un calciatore finito, è da valutare a gara in corso. Spero possa dare una mano con le sue giocate".

Si ringraziano:

[Video] PALIO DI TARANTO: SPECIALE BLUNOTE
Taranto: La Nord, ‘Mai invitato a disertare lo ‘Iacovone’