TARANTO

Taranto-Gragnano 3-2: Di Senso il più pericoloso, Marsili decisivo

Prova opaca di Manzo e Diakite. D’Agostino sbaglia un rigore in movimento

30.09.2018 18:48

Max Marsili abbraccia Sebastian Di Senso al termine del match

TARANTO 

Pellegrino 5,5: Non ha la stessa tenuta dell'anno scorso, immobile sui due gol. Poteva fare di più.

Pelliccia 5,5: Graziato dall'arbitro per una brutta gomitata, non fa meglio rispetto a Infusino.

Bova 5,5: La difesa traballa solo due volte, tanto basta per permettere a Poziello di mettere altrettante volte la palla in rete. Da segnalare anche delle chiusure errate.

16’st Ancora 5,5: Qualche pallone riesce a scodellarlo in mezzo, ma non è mai decisivo.

Lanzolla 6: Non aveva mai segnato in carriera, con la maglia del Taranto è già a quota due; in fase difensiva anche lui pecca di disattenzione. Nella ripresa guida la difesa a tre con diligenza.

Carullo 5,5: Soffre soprattutto nel primo tempo. Sul primo gol si perde l'avversario, concedendogli la possibilità di crossare per il liberissimo Poziello. Si riprende nella seconda frazione, andando persino al tiro.

Manzo 5: È l'oggetto misterioso di questo Taranto, raramente si vede nelle dinamiche del gioco.

32’ st Oggiano 6: Lasciato a sorpresa in panchina, nell'ultimo quarto d'ora si fa notare per un buon traversone per D'Agostino, che sciupa.

Marsili 6,5: Nervoso e leggermente sottotono, sbaglia anche diversi calci piazzati, che sono il suo punto di forza. L'ultimo, però, manda in brodo di giuggiole Sorrentino e regala la vittoria alla sua squadra.

Di Senso 6,5: È l'elemento più pericoloso di questo undici. Non tanto per i tiri in porta quanto per le sue accelerate. Suo l'assist al primo gol di Lanzolla. 48’st Miale sv.

D’Agostino 6: Il secondo gol del Taranto è un colpo dei suoi. Dopo il 2-0, come tutto l'undici si culla e si fa vedere poco. Nella ripresa sbaglia un rigore in movimento.  48’st Massimo sv.

Salatino 5: Quasi mai incisivo; un solo tiro in porta, persino sbucciato.

32’st Bonavolontà 6: Pur essendo la prima volta, non demerita.

Diakite 5: Prestazione deludente, condita da pochi tocchi e un solo colpo di testa finito fuori.

All. Panarelli 6: Buono l'approccio, bene pure la voglia di vincere nel finale, meno il resto. Il continuo calo di concentrazione della squadra è un evidente campanello d'allarme. Deve lavorare sulla difesa, sulla testa e sul gioco perché non si può vivere di soli calci piazzati. La vittoria gli vale la sufficienza striminzita.

GRAGNANO 

Sorrentino 4

Ammendola 5.5

7' st Di Siervi 5.5

40’st Piscopo sv

La Monica 5.5

Lopetrone 6

27’ st Cavaliere 6

Pastore 6

Chiavazzo 5.5

Martone 6 

Taccone 6

44’st Montuori sv

Talia 6

6’st Elefante 5.5

Poziello 7

Gassama 6

All. Campana 6

Arbitro Maurizio Barbiero di Campobasso 6: Non deve faticare molto per portare a termine una gara corretta.

Grottaglie: Galeandro-De Tommaso, ‘matata’ anche la Don Bosco
1a Categoria/B: 2a Giornata, Sava e Grottaglie a punteggio pieno