TARANTO

Taranto: Albanese, 'Il Nola giocherà la partita della vita'

Il difensore a Blunote: ‘Ai tifosi chiedo fiducia perché ci sono tutti i presupposti per far bene’

Alessio Petralla
12.10.2018 18:13

Felice di essere tornato a Taranto  Pellegrino Albanese, che a Blunote presenta la sfida interna con il Nola partendo proprio dal suo ritorno: "Mi sto trovano bene. Dopo aver vissuto una parentesi negativa mi ha fatto piacere tornare. E' una sfida personale. Ho trovato un gruppo splendido e nonostante siamo in tanti si è creata una sana competizione. L'allenatore e i compagni sono disponibili".

LA SETTIMANA: "Nonostante l'eliminazione dalla coppa, dobbiamo guardare il bicchiere mezzo pieno perchè con il Sorrento abbiamo giocato soltanto noi perdendo per via di un episodio. La sconfitta fa parte del calcio e l'unico modo per andare avanti e guardare i lati positivi. Sicuramente c'è da migliorare, ma se proprio dobbiamo perdere una partite, meglio in coppa. Questa competizione ha aiutato nella crescita chi sta giocando meno. La condizione di tutti si è bilanciata e crescerà gara dopo gara".

IL NOLA: "Conosco qualche calciatore bianconero. Questo è un campionato molto difficile e pronostici non se ne possono fare. Quando le avversarie incontrano il Taranto raddoppiano le forze: ho amici che giocano in altre squadre e per loro è una soddisfazione sfidare i rossoblù allo "Iacovone", mentre per noi sarà sempre più difficile. Ma non è un alibi. L'obiettivo è cercare di far nostro il campionato perchè con uno stadio e una tifoseria così non può essere altrimenti".

LA GARA: "Scenderemo in campo per vincere a tutti i costi questa sfida. Non conosciamo il Nola, anche se abbiamo analizzato il loro atteggiamento tattico: indipendentemente da chi scenderà in campo, giocheranno la partita della vita e dovremo adeguarci".

MESSAGGIO: "Ai tifosi chiedo fiducia perché ci sono i presupposti per fare bene. Una stagione è caratterizzata da alti e bassi e proprio nei momenti delicati ci servirà la fiducia della gente".

IL CAMPIONATO: "Conosco poco le avversarie, ma mi sembra un campionato livellato verso l'alto con tante squadre ben attrezzate. Anche chi non ha grossi nomi può creare problemi. E' difficile da pronosticare".

Si ringrazia:

San Vito Champions 2018: Si parte il 16 ottobre...
Nola: De Lucia, 'Taranto squadra da battere, ma possiamo vincere'