ALTRI SPORT

Boxe: Luigi Merico sempre più verso il titolo italiano

A Pulsano riunione di boxe e incontro professionistico organizzato alla grande dal maestro Santo Merico

Alessio Petralla
30.07.2018 13:30

Nella serata di domenica 29 luglio, presso la piazza del castello a Pulsano, il pugile pulsanese Luigi Merico è tornato sul ring per continuare il suo percorso verso il titolo italiano che sembra sempre più vicino vista la bella e limpida vittoria nell'incontro con Luca Genovese...: "E' andata bene - attacca il pugile a Blunote. Posso continuare a sognare dopo dieci vittorie e un pareggio".

LA GARA: "Genovese a volte veniva sotto ma io respingevo e attaccavo: diciamo che non ho avuto grossissimi problemi".

IL FUTURO: "Sicuramente, farò qualche altro incontro. Non so di preciso quando... Vedremo".

RINGRAZIAMENTI: "Ringrazio tutto il pubblico: la piazza era pienissima".

 

Organizzazione perfetta dell'evento, che oltre alla vittoria di Luigi Merico, ha visto combattere altri giovani pugili in otto incontri dilettantistici: per tutto ciò va dato merito al maestro di pugilato Santo Merico (allenatore di Luigi) che, a Blunote, commenta così la serata: "Luigi è già supplente al titolo italiano: sarà lui il prossimo sfidante ufficiale. Comunque organizzeremo un altro incontro".

IL MATCH: "Ha fatto il match che doveva fare, come lo avevamo preparato in palestra: l'avversario era uno scazzottatore...".

IL FUTURO: "Tra due-tre mesi organizzeremo qualche altro incontro poi penseremo al titolo italiano".

RINGRAZIAMENTI: "Colgo l'occasione per ringraziare il comune di Pulsano, gli sponsor e tutto i cittadini pulsanesi che hanno partecipato numerosi all'evento".

 

Sempre presente e attento ad ogni evento che viene organizzato è il presidente FPI di Puglia e Basilicata Nicola Causi che commenta, a Blunote, questo emozionante successo: "Di Luigi ho seguito tutto il percorso: dal primo match a Corato a oggi. L'ho visto crescere e ho notato che gli insegnamenti del maestro Santo Merico stanno portando frutti positivi. Merita il titolo italiano visti i tanti sacrifici che sta facendo. E' già supplente al titolo con il papà che cercherà di farlo arrivare a questo obiettivo nel modo più sereno possibile. Considerata, anche, la sua giovane età sarebbe una grandissima soddisfazione per il movimento pugilistico delle nostre parti".

VITTORIE: "Di recente c'è da rimarcare, per la Puglia e la Basilicata, la vittoria del "Guanto d'oro" per il pugile Antonaci che finalmente ha ottenuto un titolo nazionale".

L'EVENTO: "Questi tipi di eventi sono molto importanti perchè possono avvicinare i ragazzini a uno sport come la boxe che ritengo serio e cavalleresco. Noto più violenza gratuita in altre discipline. Questo sport può essere una filosofia di vita: ad esempio i dieci secondi prima dell'eventuale ko possono significare il rialzarsi nella vita o cadere. E' una metafora dell'inizio del film "Toro scatenato". In quel momento un pugile può contare solo su se stesso".

FOTO ALESSIO PETRALLA

 

Sava: Il ds Pichierri, 'Vi presento il tecnico e il primo acquisto'
Serie D: Ufficiale, anche Gigi Blasi in corsa per il Bari