TARANTO

Taranto: Club e Comune insieme per rimettere a nuovo lo Iacovone

30.08.2018 23:14

Nella giornata di giovedì 30 agosto, a Palazzo di Città di Taranto si è tenuto un incontro tecnico-programmatico tra il Direttore Generale Gino Montella, il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e la Direzione Lavori Pubblici del Civico Ente. All'ordine del giorno l’avvio di un percorso di qualità gestionale e di responsabilità sociale oltre che di merito sportivo, che aveva già visto la luce in occasione della definizione delle procedure per la riqualificazione del Campo B. Le parti lavorano ora alla stesura di una convenzione che dovrebbe includere un quadro di interventi di ripristino di decoro, sicurezza e accessibilità per l’intero Stadio "Erasmo Iacovone", da vararsi già in occasione della stagione agonistica alle porte.

Nelle parole del Sindaco Melucci tutto l’impegno e la prospettiva offerti dall’Amministrazione comunale: «All'Avvocato Montella ho evidenziato che questo equilibrio negoziale sarà l’ultimo del suo genere, perché l’Amministrazione ha la necessità di lavorare speditamente alla candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo del 2025 e, dunque, intende predisporre per il principale impianto comunale un progetto di ammodernamento radicale, di rifunzionalizzazione di lungo periodo, probabilmente coinvolgendo investitori internazionali. Sono convinto che lo sport e il calcio in particolare possano rappresentare per Taranto un momento di grande riscatto e gratificazione, non lesineremo sforzi in questo senso. Tra le altre, magari tenteremo di regalare presto ai cittadini e tifosi anche un nuovo tabellone per godere al meglio degli eventi in calendario». 

Gli fa eco il presidente Massimo Giove - assente per motivi lavorativi, ma a stretto contatto con il D.G. Montella e il Sindaco Melucci - che ha espresso grande soddisfazione per l’incontro positivo e proficuo, dicendosi convinto che si possa cominciare un percorso importante

Tennis: Maiorca Challenger, Fabbiano avanza ai quarti
Amichevoli: Gol e spettacolo tra Monopoli e Fasano