Cultura, musica e spettacolo

Festival Immagine Martina Franca, ‘La donna tra arte e passione’

Si terrà dal 18 al 22 aprile nel Centro Servizi di Piazza d’Angiò

10.04.2018 08:04

Mancano meno di dieci giorni all’inaugurazione dell’ottava edizione del Festival dell’Immagine di Martina Franca, dal tema “La donna tra arte e passione”, che si terrà dal 18 al 22 aprile nel Centro Servizi di Piazza d’Angiò. Inaugurazione alle 18.00 di mercoledì 18 aprile con diversi eventi ad arricchire la mostra concorso che vede la presenza di 153 artisti provenienti da 65 città diverse, per oltre 300 opere in esposizione. Dopo il Vernissage che darà il via alla kermesse artistica con taglio del nastro e inaugurazione della mostra/concorso alla presenza degli artisti e ospiti della serata, si parte con la consegna di un premio alla carriera al maestro scultore Carmelo Conte da parte dell’associazione “Riflessi D’Arte”: Storia e racconti vissuti nell’arte, con la partecipazione del maestro Igli Arapi. La serata prosegue con una performance musicale della maestra d’orchestra Chiara Conte, il saluto degli allievi della scuola di danza di Rossella Brescia di Martina Franca e il saluto dei ragazzi dell’istituto Majorana indirizzo moda di Martina Franca. Alle 20:00 un evento in esclusiva per il Festival: “Fotografia al Collodio Umido” con Luca Spennato. Si tratta di uno spettacolo alchemico che ci catapulterà alla nascita della fotografia analogica. Il collodio umido è una tecnica fotografica inventata nel 1852, con cui è possibile realizzare delle fotografie direttamente su lastre di vetro utilizzando i sali di argento. Luca Spennato, con una dimostrazione dal vivo, mostrerà come viene realizzata questa particolare fotografia che coinvolge emotivamente tutti i nostri sensi. Uno spettacolo unico e raro che appassionerà i presenti, con la possibilità di poter realizzare delle fotografie direttamente sul posto. Cresciuto negli anni, il Festival dell’Immagine ha sempre avuto un tema centrale sul quale si sono cimentati gli artisti partecipanti e a cui si sono ispirati tutti gli eventi a esso connessi. Per l’edizione di quest’anno il tema scelto è stato “La donna tra arte e passione”, con una dedica particolare ad Artemisia Gentileschi, la prima donna pittrice, vissuta tra il 1500 e il 1600, la prima donna che ha fatto della sua arte la propria attività principale, combattendo contro pregiudizi e prevaricazioni del tempo, e imponendosi all’attenzione della critica e del pubblico grazie alla propria sensibilità e al proprio talento artistico. Con i suoi quadri Artemisia ci racconta le sue emozioni, le sue gioie, le sue sofferenze, la sua capacità di attraversare il tempo e lo spazio realizzando quel sogno che chiamiamo arte. 

 

Commenti

Futsal A2/F: Trasferta amara per l’Asd Conversano
Autismo: Settimana della Consapevolezza si chiude tra mille sorrisi