1a Categoria

1a Categoria/B: Il punto, Grottaglie e Castellaneta a braccetto

Sava pronto a fare da terzo incomodo. Vittoria playoff per il Massafra. Retrovie: tre punti d’oro per l’Atletico Acquaviva.

Michele Trani
07.03.2019 19:37

Lesultanza dei calciatori del Castellaneta

Riprende senza sorprese il duello a distanza tra Grottaglie e Castellaneta. I valentiniani dilagano contro la “cenerentola” Don Bosco Manduria rifilando addirittura otto reti ai malcapitati messapici. Prosegue così la striscia vincente tra le propria mura degli uomini di D’Alena che finora, al De Bellis, non hanno sbagliato neanche un colpo. Tiene il passo il Grottaglie di Orlandini che espugna il Viale Olimpia di Locorotondo con un acuto di Birtolo. Le assenze di Lecce, Camassa e De Tommaso non frenano i biancazzurri che confermano l’indole esterna andando a cogliere tre punti pesantissimi in chiave primato. A sette giornate dalla fine del torneo diventa fondamentale il calendario. Il Grottaglie può fare filotto al D’Amuri: Crispiano, Atletico Acquaviva, Erchie e Massafra non sembrano infatti ostacoli insormontabili per gli uomini di Orlandini che però dovranno tenere alta l’attenzione soprattutto contro le squadre invischiate nella lotta per non retrocedere vista la loro necessità di punti in questa decisiva fase del torneo. Più insidiosi gli impegni esterni con le trasferte di San Marzano, Capurso e Polignano che rappresentano tre ostacoli difficili da superare. Particolare rilevanza riserverà la trasferta di Capurso visto che, in contemporanea, il Castellaneta riceverà al De Bellis il Sava, sulla carta unico avversario in grado di fermare l’impressionante serie di vittorie interne dei valentiniani. Cedas e San Vito, infatti, non dovrebbero creare grossi grattacapi agli uomini di D’Alena, chiamati all’impresa sui campi di Football Acquaviva, Latiano, Virtus Locorotondo e San Marzano. Alle spalle delle due battistrada, tiene il passo il Sava che resta sul podio con sei lunghezze di ritardo. I tarantini dilagano contro la Football Acquaviva restando aggrappati al treno che conduce direttamente alla finale play-off. Il primo turno dell’appendice di stagione sembra infatti ormai lontanissimo nonostante i successi di Capurso e Massafra che inseguono, rispettivamente, ad undici ed a dodici punti dall’Academy. I baresi si impongono 3-1 tra le proprie cinta contro l’Erchie mentre i giallorossi, con il medesimo punteggio, si sbarazzano a domicilio del Crispiano. In mezzo al plotone punti d’oro per il Latiano che batte la Cedas Avio Brindisi ed allunga a +9 sulla zona a rischio. Rallenta invece il Polimnia che non va oltre l’1-1 sul campo di un redivivo San Marzano. Per i baresi altri due punti persi che fanno salire a quattro i punti di distacco dalla quarta piazza. Nelle retrovie continua il magic-moment dell’Atletico Acquaviva. I rossoblù vincono lo scontro diretto contro il San Vito e portano a tre le lunghezze di vantaggio sulla coppia formata dallo stesso San Vito e dalla Cedas Avio Brindisi che sembrano destinate a giocarsi fino alla fine l’ultimo posto play-out. Ma, come nella zona nobile della graduatoria, resiste lo spauracchio doppia retrocessione con l’Erchie fermo a quota undici che deve rincorrere per allungare ulteriormente la stagione.

LA CLASSIFICA A SETTE GIORNATE DALLA FINE

Serie B: Il derby di Puglia affidato a un arbitro barese
Futsal C1/M: Azzurri Conversano, campionato riprende da Andria