Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Punto: Nico Mondino, 'Vi presento un baby-talento'

Lunedì 28 Novembre 2016 17:28 in Eccellenza 3857 Alessio Petralla

Credere nei giovani: è questa la mentalità lavorativa di Nico Mondino, che di bravi “baby” ne ha scoperti parecchi. Ultimo tra questi è il classe 2001, in prestito dal Sudtirol, Giuseppe Di Serio, che con la maglia dell’Hellas Taranto, in due presenze, ha fatto innamorare il suo staff tecnico…: “Di Serio è stata una grande scoperta fatta durante il premio “Lello Orzella” di quest’estate – attacca Mondino a Blunote. Sono molto amico del papà che ha giocato a calcio con me: spesso mi ha parlato di suo figlio, quando militava nel Sudtirol. Credo molto nei giovani, tanto che lo portai all’Hellas Taranto, squadra che, quest’estate con i miei collaboratori, Vitti, Carrano (che subito s’innamorò di Di Serio), Minosa, Bettin e Trombetta, ho costruito basandola proprio su “baby” da far crescere, esplodere e mandare, perché no, nel calcio che conta. Durante la serata in onore di Orzella, Di Serio fu premiato da una giuria molto importante composta da, appunto, Carrano, Cazzarò, Latartara, Vitti e Vito Chimenti. Alla fine, stiamo ottenendo un ottimo prodotto che in due presenze, di cui una da 90’, è stato tra i migliori in campo”.

DI SERIO: “E’ stato preso in prestito dal Sudtirol. E’ bravo ad attaccare la profondità, spazia non dando punti di riferimento agli avversari, fa bene il pendolo sulla 3/4  avversaria ed è bravo a fare da sponda. Inoltre, ha una gran botta dalla distanza. Ragazzo di qualità e personalità”.

DEFICIT: “E’ un calciatore in crescita ma deve imparare a giocare più vicino la porta. Così potrebbe diventare un campione”.

IL FUTURO: “Al momento sta tenendo bene testa a un campionato difficile come quello dell’Eccellenza pugliese. Chissà se in estate non  possa fare il grande salto, magari in un vivaio di un club di serie A, come la Juve per Kaen. Chissà se un domani potremo vederlo nel Taranto… Se l’Hellas continuerà a scommetterci, Di Serio farà tanto parlare di se. Un merito va al tecnico Renna che ha avuto coraggio di schierarlo, con Santamaria, affidandogli tutto il reparto offensivo: la somma dei loro anni è pari a 30”.

IL CAMPIONATO: “Domenica scorsa è stata una giornata sfavorevole per l’Hellas Taranto che ha perso immeritatamente con il Noicattaro, soltanto per via di due episodi. C’è da sottolineare, appunto, la grande prestazione di Di Serio e Santamaria, il primo nato nel 2001, il secondo nel ’99, che hanno retto l’attacco spartano alla grande. Grandissima performance anche dell’argentino Diaz e di Camporeale. L’Avetrana ha perso due punti proprio nei minuti di recupero. La classifica è cambiata ben poco…”.