TARANTO

Picerno-Taranto: L’aggressore si vanta su Facebook

Con un post, poi rimosso, ammette di aver preso a pugni Favetta, Croce e Manzo...

19.04.2019 22:10

Un dirigente del Picerno discute con Gigi Panarelli al termine del primo tempo - Foto Fabio Mitidieri/Aps Fondazione Taras

Il giudice sportivo non ha avuto il coraggio di rovinare la festa del Picerno. Per carità, la promozione in Serie C è strameritata, anche se nel doppio confronto con il Taranto la squadra di Giacomarro non ha dimostrato di essere quella corazzata capace di dominare una stagione in lungo e in largo. Evidentemente, tre pugni non sono sufficienti per decretare una sconfitta a tavolino quando a incassarli sono tre semplici calciatori. Fosse successo a un arbitro, probabilmente la prospettiva sarebbe stata diversa. C’è chi ha messo in dubbio che i tre calciatori del Taranto (Manzo, Favetta e Croce) fossero stati aggrediti, ma c’è anche chi si è vantato su Facebook per essere stato il protagonista dell’aggressione. È il caso dello steward, o bodyguard questo non lo abbiamo ancora capito, di Salerno: un’ammissione di colpa, anche se il post, dopo qualche ora, è stato rimosso. (Abbiamo oscurato nome, cognome e immagine per una questione di privacy).

Taranto: Il club non si arrende, pronto il ricorso in appello
Musica: La Ma.Ma. Òrchestra di Statte in concerto a Vienna