TARANTO

Taranto: Genchi spreca tutto, Matute non si arrende mai

Le pagelle rossoblu dopo il ko casalingo con il Brindisi

Vito Galasso
01.09.2019 20:00

Kelvin Matute nella foto Franco Capriglione

TARANTO 

Giappone 6: Il Brindisi tira due volte, ma non centra mai la porta. Nel finale, alla prima occasione buona, viene trafitto da Semiao.

De Caro 5.5: Timido, a volte spaesato. Da rivedere.

Luigi Manzo 6: La difesa non concede nulla, lui concede solo un giallo.

Allegrini 6: Come Manzo, non registra nessuna sbavatura.

Ferrara 5: Non è il ragazzo che abbiamo ammirato l'anno scorso, sembra che debba ancora carburare.

37' st Masi 6: Entra con il piglio giusto, forse sarebbe dovuto entrare prima.

Oggiano 5.5: Quando parte in velocità, può far male. Il problema è che lo fa poco.

11' st D'Agostino 6: Si sente la sua assenza nella manovra rossoblù. Entra poco dopo l'inizio della ripresa, ma non riesce ad incidere.

Marino 5.5: Si fa mettere in ombra da Matute, gli servirebbe maggiore coraggio.

19' st Cuccurullo 6: Buona la predisposizione, meno l'iniziativa.

Matute 6.5: Il migliore in campo. Va dietro a prendersi la palla e tira in porta tre volte, colpendo anche un palo.

Guaita 5.5: Prestazione a singhiozzo. A volte ha dei colpi di genio, altre si perde nelle sue folate. Genchi 4.5: Sbaglia l'impossibile, persino un gol quasi fatto. Non è l'attaccante che abbiamo ammirato negli anni scorsi.

Favetta 5: Evanescente, tocca pochissimi palloni.

19' st Croce 5.5: Meglio del compagno di reparto, ma ugualmente poco incisivo.

All. Ragno 5: Il suo Taranto non ha ancora un gioco e un'identità. Giocare palla lunga e alta contro una squadra avversaria con degli spilungoni in difesa è stato deleterio. Idee confuse.

Arbitro Turrini di Firenze 6: Giornata tranquilla, senza molti sussulti.

A Policoro Tony Hadley e l’Orchestra della Magna Grecia
Brindisi: Pagelle, Ianniciello non sbaglia un colpo