Serie B

Serie B: Greco riaccende le speranze salvezza del Foggia

Nel posticipo che ha chiuso la 37a Giornata, i rossoneri hanno superato il Perugia grazie a un rigore del centrocampista

Armando Borrelli
07.05.2019 00:03

Lesultanza di Leandro Greco dopo aver trasformato il gol vittoria

Il Foggia mantiene vive le speranze salvezza battendo per 1-0 allo “Zaccheria” il Perugia: decide il calcio di rigore di Greco al 75’.

LA PARTITA Dopo un’iniziale fase di studio, la mira di Dragomir è impreciso al minuto 8, poi Iemmello al 10’ non riesce ad arrivare in tempo per dare la zampata vincente sul cross dalla trequarti di Gerbo. Mazzocchi non centra lo specchio della porta in due occasioni su sviluppi di corner a cavallo del quarto d’ora di gioco, così come Iemmello al 21’ con un tentativo dal limite dell’area mentre Gabriel al 22’ si sporca i guantoni per deviare con i pugni il tentativo di Busellato. Al 27’ il Perugia va in gol con il tap-in di Vido sull’errato tiro di Rosi, ma l’attaccante dell’Under21 era partito in posizione di offside, poi, sull’azione seguente, è ancora il numero 10 perugino ad impegnare Leali, abile a bloccare un rasoterra sul primo palo. Iemmello perde l’attimo buono per il tiro al 31’, Gerbo calcia male al volo dopo un cross di Ranieri respinto male da un difensore ospite, ma al 36’ è il Perugia ad andare vicinissimo alla marcatura, con Verre che colpisce il palo esterno alla destra di Leali con un buon tiro in diagonale dopo aver scippato il pallone a Billong sulla trequarti. Al 41’ Iemmello ci prova ancora da fuori senza inquadrare lo specchio della porta, poi, prima del duplice fischio arbitrale, Busellato scippa il pallone alla difesa e serve Deli il cui tiro di prima intenzione viene respinto di istinto da Gabriel. Nella ripresa Sadiq salta anche Leali decentrandosi però troppo e calciando alto, mentre al 55’ Busellato, dopo aver recuperato un buon pallone sulla trequarti offensiva, perde l’attimo buono per tirare in porta cercando un dribbling di troppo e l’azione sfuma. Iemmello al 64’ viene murato da Rosi mentre Deli al 67’ non centra lo specchio della porta prima del tiro di Vido al 69’ si spenga anch’esso sul fondo. Si giunge al 75’ ed arriva la svolta: l’appena entrato Sgarbi stende in area di rigore Mazzeo e viene decretato il calcio di rigore: sul dischetto, come nel match contro la Salernitana, si presenta Greco che incrocia il mancino quel tanto che basta per non permettere a Gabriel di poterlo deviare. Gli animi si surriscaldano quando il Perugia non mette in rimessa il pallone con Busellato a terra, con la partita che si fa molto nervosa e con le azioni da gol che latitano se non per un tiro al volo ciccato da Vido all’81’ ed un tentativo di pallonetto di Galano su un contropiede nel corso del 4’ dei 6 minuti di recupero concessi, prima del triplice fischio finale che fa esplodere di gioia il pubblico dello “Zaccheria”.

FOGGIA-PERUGIA 1-0

RETE: 75’ rigore Greco (F)

FOGGIA (3-5-2): Leali; Martinelli, Billong, Ranieri; Gerbo, Busellato (78’ Agnelli), Greco, Deli (67’ Galano), Zambelli (37’ Loiacono); Mazzeo, Iemmello. Panchina: Noppert, Tonucci, Arena, Ngawa, Cicerelli, Chiaretti, Boldor, Matarese, Sonnini. All. Grassadonia.

PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi, Gyomber, El Yamiq (72’ Sgarbi), Mazzocchi (46’ Falasco); Kouan, Carraro, Dragomir (65’ Kingsley); Verre; Vido, Sadiq. Panchina: Bizzarri, Perilli, Felicioli, Ranocchia, Cremonesi, Moscati, Falzerano, Han. All. Nesta.

ARBITRO: Aleandro Di Paolo di Avezzano. ASSISTENTI: Oreste Muto di Torre Annunziata e Cristian Rossi di La Spezia. QUARTO UOMO: Antonio Di Martino di Teramo.

AMMONITI: 66’ Vido (P), 66’ Iemmello (F), 74’ Sgarbi (P).

ESPULSO: 77’ Tonucci (F) dalla panchina.

Eventi: Javier Zanetti a Taranto, la fotogallery della prima giornata
Serie B: Si infiamma la lotta per evitare retrocessione e playout