V. FRANCAVILLA

Agguato a tifosi del Francavilla, sei arresti a Monopoli

05.12.2018 08:53

Svolta nelle indagini sull’agguato subito dai tifosi della Virtus Francavilla lo scorso 30 ottobre. Sei ultras del Monopoli sono stati arrestati nella notte dalla polizia.  Un episodio che ha rischió seriamente di trasformarsi in tragedia. I tifosi del Francavilla furono aggrediti mentre tornavano da Monopoli dove la loro squadra del cuore era stata impegnata in Coppa Italia. L’episodio si era verificato all’ingresso di Ostuni.

FATTI Due persone a piedi avrebbero fermato l’auto dei francavillesi, nel frattempo era arrivato un altro mezzo da dietro dal quale scesero almeno quattro persone a volto coperto scatenando l’inferno. I quattro armati di spranghe devastarono l’auto dei 'rivali', distruggendo vetri e carrozzeria e colpendo più volte anche le persone. Non contenti poi gettarono una torcia, un fumogeno, all’interno dell’abitacolo che ha rischió di prendere fuoco, infine aprirono il cofano sottraendo il materiale dei francavillesi, compreso lo striscione di un gruppo.

COMUNICATO In seguito ai quei fatti, il gruppo ultras del Francavilla diramo il seguente comunicato: “Il presidente del Commando Ultrà 1998 di Francavilla Fontana, Giampiero Campanella’ questa mattina attraverso un comunicato social ha fatto sapere che ‘insieme agli altri fondatori Giosuè Di Coste, Gerardo Di Brindisi, Donato Ribezzo ed Emanuele Rodia, comunicano con profondo rammarico che lo storico gruppo, dopo 20 anni al seguito dei colori biancazzurri in giro per l'Italia, è ufficialmente sciolto. Tale decisione, purtroppo, si rende inevitabile dopo che, al rientro dalla trasferta di coppa Italia contro il Monopoli, alcuni componenti sono stati vittime di un vile attentato in cui, tra l'altro, è stato sottratto lo striscione del Commando che ha rappresentato con orgoglio in gruppo in questi anni in ogni trasferta”.

Tennis: Aus Open, Fabbiano in tabellone per un soffio
Brindisi: Mercato, fatta per un under ma il sogno è un ex Serie A