Serie B

Serie B: Un rigore di Mazzeo salva il Foggia con il Cittadella

Allo ‘Zaccheria’ finisce 1-1: al vantaggio dei veneti con una autorete di Tonucci risponde l’attaccante dagli 11 metri

Armando Borrelli
16.03.2019 17:10

Il Foggia non riesce a ritrovare il successo pareggiando 1-1 allo Zaccheria contro il Cittadella.

La partita - Il Foggia parte meglio con il tiro di Deli deviato in corner e la punizione di Kragl deviata da un difensore prima che possa impensierire il portiere ospite, poi sale in cattedra Schenetti, vera spina nel fianco della difesa rossonera, che al 6’ calcia al volo tra le braccia di Leali ed al 12’ impegna il portiere rossonero che deve tuffarsi sulla sua destra per bloccare il tentativo sporcato da Deli. La partita è viva con Deli che non inquadra lo specchio della porta e Schenetti che sporca ancora i guantoni di Leali poco dopo la metà del tempo, poi alla mezz’ora Tonucci incorna a lato un cross di Kragl su sviluppi di corner. Al 37’ Paleari si supera per mettere in corner il tiro potente di Gerbo, volando sulla sua sinsitra, poi Schenetti spreca un buon contropiede regalando il pallone a Leali, poi prima del duplice fischio Moncini incorna alto da buona posizione l’assist dalla sinistra di Branca. Ad inizio ripresa Paleari vede finire di poco sul fondo il tiro di Gerbo mentre al 49’ Schenetti spara alto, prima del vantaggio ospite che giunge al 55’: cross dalla sinistra di Adorni sul quale Tonucci incorna alle spalle di Leali, con il pallone che tocca il palo interno prima di entrare. Il Foggia non ci sta con Kragl e Gerbo che non centrano lo specchio della porta a cavallo dell’ora di gioco, poi Benedetti al 69’ spara su Leali al termine di un’azione personale. Iemmello fallisce clamorosamente due occasioni al 74’, quando, lanciato dal retropassaggio errato di Iori, non riesce a battere Paleari in uscita ed al 78’, con Adorni che salva sulla linea di porta un tocco troppo debole. Nel mezzo, il gol giustamente annullato per offside a Mazzeo che poi però all’80’ prima conquista un calcio di rigore e poi lo realizza spiazzando il portiere ospite e siglando il pareggio. Nel finale Adorni incorna alto al minuto 85, Proia calcia debolmente tra le braccia di Leali e sull’azione seguente Paleari dice nuovamente “no” ad una zuccata di Iemmello. 

La classifica - In attesa dei match di Venezia e Crotone - impegnate entrambe in casa rispettivamente contro Cremonese e Lecce - il Foggia si porta a quota 27 punti uscendo dalla zona retrocessione diretta e portandosi nei play-out. Il Cittadella perde una posizione a discapito del Perugia - vittorioso a Padova - ma mantiene tre lunghezze di vantaggio sullo Spezia, e se il campionato finisse oggi disputerebbe i play-off.

FOGGIA-CITTADELLA 1-1

RETI: 55’ autorete Tonucci (C), 81’ rigore Mazzeo (F)

FOGGIA (3-5-1-1): Leali; Tonucci, Billong, Ranieri; Zambelli (64’ Cicerelli), Gerbo, Greco, Deli, Kragl; Chiaretti (64’ Mazzeo); Iemmello. Panchina: Noppert, Agnelli, Loiacono, Arena, Ngawa, Galano, Cavallini, Boldor, Matarese. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Cancellotti, Adorni, Drudi (46’ Frare), Benedetti; Siega (67’ Settembrini), Iori, Branca; Schenetti (84’ Proia); Moncini, Finotto. Panchina: Maniero, Parodi, Camigliano, Panico, Maniero, Bussaglia, Diaw. Allenatore: Sig. Roberto Venturato.

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze; 1’ Assistente: Luigi Rossi di Rovigo; 2’ Assistente: Giuseppe Borzomi di Torino; Quarto Uomo: Ivano Pezzuto di Lecce.

Ammoniti: 45’+2 Drudi (Cit), 71’ Gerbo (Fog), 71’ Benedetti (Cit), 72’ Tonucci (Fog), 84’ Greco (Fog).

Cagliari-Fiorentina: Il tifoso morto e i cori beceri dei viola
F1: Giovinazzi, "Ho trovato traffico, ma avevo il ritmo per entrare in Q3"