ALTRI SPORT

Ippica: Paolo VI, ‘Opere d’arte italiane’ clou del 27 maggio

Spettacolo assicurato nella prova principale con otto concorrenti di quattro anni alle prese sul miglio

Comunicato stampa
24.05.2019 22:39

Lunedì 27 maggio alle 15.30 avrà inizio il convegno trottistico, con sette corse fino alle 18.40. Molto bella la prova principale, il premio “Opere d’arte italiane”, che vedrà al via otto concorrenti di quattro anni alle prese sul miglio con partenza con i nastri. Si potrebbe partire con Zecchinodoro Fks e Zingaro Dei Rum, entrambi in seconda fila, ma con un ruolino di marcia interessante, che gli consente di essere considerati i due favoriti. Gli avversari non partono certamente battuti, come per esempio Zio Marco, dotato di ottimi mezzi ma non sempre disponibile, e Zelig Jet, che ha frequentato categorie anche più impegnative. Zanzibar Dany, reduce da ottima prestazione a San Giovanni Teatino, Zuava, sempre temibile e pronta a sfruttare eventuali errori altrui rappresentano le sorprese di questa corsa. Ingresso come sempre libero e gratuito per tutti. All’interno dell’ippodromo sarà possibile effettuare scommesse anche a quota fissa su tutti i campi in attività.

FAVORITI: prima 4-2-3, seconda 1-7-8, terza 6-8-5, quarta 1-8-10, quinta 2-8-4, sesta 3-4-6, settima 2-6-4.

Taranto: ‘Chiudiamola qua!’, incontro con Commissione Ambiente
Serie C/C: Casertana, due ex Taranto in lizza per il ruolo di ds