ALTRI SPORT

Kart: Alex Irlando vice-campione WSK Super Master Series 2018

Secondo solo a Marco Ardigò, il pugliese batte Paolo De Conto in finale e agguanta la seconda posizione

09.04.2018 18:23

È stato un lungo e difficile weekend per il campione del mondo in carica della KZ2, ma alla fine il bilancio è nettamente positivo. All’ombra del Vesuvio, il venerdì Alex ha messo a referto un quarto posto in classifica mentre i suoi rivali in campionato, Marco Ardigò e Paolo De Conto, non sono andati oltre la 5a e 9a posizione. Nella prima manche del pomeriggio Alex guadagna una posizione e chiude al terzo posto, sempre davanti ad entrambi i pretendenti al titolo. Sabato, nella seconda heat, l’asso della Sodikart fa un altro passo in avanti chiudendo al secondo posto dietro Matteo Viganò. Nella terza ed ultima manche, De Conto risale la china e sorpassa Alex, il quale rende il favore un paio di giri dopo. Nel frattempo Viganò si è assicurato un comodo gap in prima posizione.

In prefinale Alex prende il via dalla seconda piazzola accanto a Viganò. Allo spegnersi dei semafori, Alex schizza via lasciandosi alle spalle Ardigò e De Conto che completano la top tre. La vittoria in prefinale gli vale la pole position per la finale, ma il pomeriggio la partenza non è buona come quella in prefinale: Ardigò e De Conto vanno al comando mentre Alex riesce a contenere i tentativi di Jeremy Iglesias. I primi tre giravano negli stessi tempi racchiusi in un gap di un paio di decimi di secondo, ma De Conto non aveva il passo per stare con Ardigò. Alex ha studiato l’avversario per qualche giro, notando di essere più veloce nella prima curva e di conseguenza nel rettilineo principale. Il 17enne prova a sorpassare De Conto alla staccata alla fine del rettifilo, ma il due volte campione del mondo della KZ recupera la posizione incrociando le traiettorie. Alex ci riprova ancora una volta e il sorpasso va a buon fine nel corso dell’11esimo giro, ma Ardigò era già troppo lontano. Qualche giro dopo Patrik Hajek ha la meglio su De Conto, che si deve accontentare della terza posizione in campionato.

“Sono felice, ma non completamente soddisfatto. Da pilota partire primo e finire secondo non è un risultato eccezionale, ma ho dimostrato di avere il passo per essere davanti e lottare con Marco e Paolo. Mi dispiace per la partenza che non è stata perfetta. Se fossi partito come in prefinale, probabilmente me la sarei giocata con Marco per la vittoria finale, ma dopo la battaglia con Paolo era troppo lontano per me e mi sono dovuto accontentare del secondo posto. Questa è una risposta per tutti coloro che hanno detto che ad Adria ho vinto solo perché mancavano gli altri top driver e Anthony era rallentato da altri piloti… Voglio ringraziare il team Sodikart, TM Racing, la mia famiglia, i miei sponsor e tutti i miei sostenitori venuti in pista per darmi una spinta in più!”

Il prossimo appuntamento sarà ancora una volta a Sarno, ma Alex guiderà un OK nel campionato europeo CIK-FIA: “È una sfida molto difficile per me, ma l’opportunità di dimostrare che sono un pilota versatile mi alletta! L’anno scorso ho partecipato alla stessa gara come wild card e non è andata poi così male, fatta eccezione per alcuni problemi tecnici. Tom sta sviluppando il materiale e io lo testerò prima della gara, vediamo che succede!”

Teatro: La compagnia De Bartolomeo fa un... ‘Processo a Dio’
Gragnano: Baratto, ‘Con il Taranto tre punti per la salvezza’