TARANTO

Serie D/H: Di Toro, 'Al Taranto è mancata fortuna e continuità'

L'ex ds del Manfredonia a Blunote: 'Con il Granata gara abbastanza scontata'

Alessio Petralla
13.04.2019 12:59

A commentare e presentare la quart’ultima giornata del campionato di serie D/H, a Blunote, è il Responsabile del Settore Giovanile del Foggia, Elio Di Toro: “La zona play off si sta delineando con la Fidelis Andria e l’Altamura che cercano di attaccarsi. Tutto si capirà con gli scontri diretti: già la sfida tra Savoia e Altamura può determinare qualcosa”.

IL VERTICE: “Il Picerno ha fatto qualcosa di unico e straordinario. Va solo dato merito alla squadra, alla società e all’allenatore che hanno creato un gruppo indissolubile e vincente. Un grande percorso”.

ZONA BASSA: “Mi auguro che il Nardò possa uscire da questa situazione delicata. E’ una società blasonato che ha le carte in regola per salvarsi. Anche se i distacchi non sono enormi ci sarà da lottare. Le campane sono sempre insidiose da affrontare per ambienti. Le squadre di bassa classifica devono pensare a guardare solo a se stesse”.

IL TARANTO: “Con il Cerignola ha fatto un campionato importante: la visione del cammino degli ionici viene oscurata solo dall’impresa del Picerno. Queste due società erano candidate al successo. I lucani sono, tra virgolette, la vera sorpresa del girone. Cosa è mancato al Taranto? Nel momento topico della stagione è mancata la fortuna e la continuità che poteva permettere agli ionici di lottare fino alla fine. Inoltre, le pressioni di una piazza così importante sono difficili da gestire”.

DI TORO: “Attualmente sono il Responsabile del Settore Giovanile del Foggia e fondamentale per il futuro sarà il risultato della prima squadra che deve salvarsi in serie B. Poi, con la società, che stimo, cercherò di capire quali saranno i programmi. Comunque, ho ancora un anno di contratto. A fine stagione tirerò le somme”.

L’ANALISI DELLA GIORNATA DI ELIO DI TORO

31a Giornata – Serie D – Girone H – 14/04/19

AUDACE CERIGNOLA-NARDO’: “I padroni di casa, dopo il pareggio di Vallo della Lucania, scenderanno in campo con spirito di rivalsa. Mi aspetto una gara combattuta con i gialloblù che hanno valori più alti rispetto ai neretini. Parte favorita l’Audace”.

BITONTO-GELBISON: “Questa è una gara strana. Conosco l’allenatore della Gelbison, De Felice ch è tosto e arcigno. Per i padroni di casa non sarà semplice. Posta in palio importante”.

FASANO-SARNESE: “I fasanesi possono portarsi a casa la vittoria. Soprattutto se capitano nella giornata giusta”.

GRAGNANO-GRAVINA: “Gli ospiti sono fuori da tutto. C’è da vedere se il tecnico farà turn over per visionare già qualche calciatore per la prossima stagione. La formazione di Campana ha necessità di far punti ma da pugliese spero in un buon risultato del Gravina”.

NOLA-FIDELIS ANDRIA: “Si tratta di un’altra gara dura con i baresi che hanno necessità di vincere per non perdere il treno per i play off. A Nola, però, non sarà semplice. Match da tripla perché entrambe devono migliorare la propria graduatoria”.

POMIGLIANO-FRANCAVILLA IN SINNI: “I campani sono spacciati. Vinceranno i lucani”.

SAVOIA-TEAM ALTAMURA: “A Torre Annunziata sarà dura anche per una questione ambientale. Favorito il Savoia ma anche qui da pugliese tifo Altamura”.

SORRENTO-AZ PICERNO: “In terra campana, per la capolista non sarà semplice. I lucani possono giocare su due risultati e hanno un vantaggio rassicurante sulle inseguitrici. Il Sorrento deve far punti in chiave salvezza, perciò mi aspetto un pareggio”.

TARANTO-GRANATA: “Sulla carta è una partita abbastanza scontata anche se nel calcio tutto può succedere. Panarelli l’avrà preparata bene in modo che la squadra possa giocare con la giusta cattiveria”.

Si ringraziano:

Granata: Rinaldi, 'Per me è un vantaggio affrontare il Taranto'
Mysterium Festival 2019: ‘Vox’, da Verdi a Schumann