TARANTO

Taranto-Fidelis Andria 1-3: Le pagelle di Blunote

Oggiano non si risparmia, Favetta sfortunato, Marsili ingenuo. Domenica da dimenticare per Carullo

29.10.2018 19:38

DI GIANNI SEBASTIO

CAVALLI - 5.5: non compie nessun intervento, ma subisce tre gol. Probabilmente, sul primo poteva proteggere meglio il suo palo.

PELLICCIA - 6.5: Lotta e corre con costrutto. Difende e spinge provando anche a sorprendere Zinfollino dalla distanza.

CARULLO - 5: Imperfetta la marcatura su Cristaldi in occasione della prima marcatura andriese, sbaglia il controllo sul raddoppio ospite. Il resto della partita condizionato da questi errori. Domenica da dimenticare.

BOVA - 5.5: Il giro palla che innesca il contropiede dell'Andria, sul terreno inzuppato, poteva essere evitato. Poco impegnato vista la gara rinunciataria dei biancazzurri.

LANZOLLA - 6: Muscoli e cuore anche in fase di impostazione.

MARSILI - 5: Fino al rosso è tra i migliori. L’espulsione si poteva e si doveva evitare.

MANZO - 5,5: Nel fango dello “Iacovone” si concede con generoso impegno alla battaglia. L’espulsione è esagerata: intervento deciso, ma non cattivo.

OGGIANO - 6.5 Nonostante il terreno pesante, prestazione da incorniciare. Non abbassa mai il ritmo e non si concede pause. 6.5

FAVETTA - 6: Sfortunato, partecipa a quasi tutte le azioni propizie, ma stavolta non sfonda.

Ciro Favetta

SQUERZANTI - 5: Soffre il pantano, le sue giocate sono sporadiche.

D'AGOSTINO - 6: Segna una rete alla D'Agostino, poi tenta in tutti i modi di inventare qualcosa: impegno in una domenica storta.

DI SENSO - 5.5: Panarelli lo getta nella mischia nella ripresa, ma non riesce a trovare il guizzo vincente come: si perde nell'acquitrino. 5.5
BONAVOLONTÀ - 6: Il giovane centrocampista dimostra personalità, entra subito in partita quando viene chiamato in causa. Recupera palloni e offre un contributo al forcing.

ANCORA - 6: Serve un assist a Favetta nel finale, si danna ma sbatte contro il muro difensivo andriese.

PANARELLI - 6: Le prova tutte per recuperare una partita nata male e finita peggio. Deve lavorare sugli “infortuni”, come lui stesso lì definisce, che hanno portato ai primi due gol andriesi. Una squadra da primato non può concedersi certe leggerezze. La squadra, però, lotta ed è viva: buon segnale.

FIDELIS ANDRIA - 6.5: Sfrutta al meglio i regali concessi dalla difesa rossoblu portando a casa la vittoria contro ogni pronostico. Nella ripresa riesce a soffrire la veemenza del Taranto senza mai perdere lucidità. Interpreta la partita nel modo giusto. Il migliore: Cristaldi 7.

ARBITRO BALDELLI - 5: Non sbaglia in occasione dell’espulsione di Marsili: giusto il primo giallo per la trattenuta, sul secondo non tollera qualche parolina di troppo. Esagerata quella di Manzo: l’entrata è decisa, sicuramente accentuata dal terreno scivoloso, ma non cattiva. Al di là degli episodi, sembra poco sicuro e molto permaloso (vedi espulsione di Triuzzi).

Punto Promozione: Palmieri, 'Girone B? In tante in pochi punti'
Serie B: Il Crotone esonera Stroppa, panchina a Oddo