TARANTO

Taranto: Bova, 'Non possiamo più permetterci cali di concentrazione'

Il calciatore in vista del Sorrento: 'Ci punivano ogni minima sbavatura difensiva...'

Alessio Petralla
22.12.2018 12:07

Domenica pomeriggio allo "Iacovone" si chiuderà il 2018 del Taranto che affronterà il Sorrento per cercare di rosicare qualche punto al Picerno. A presentare la sfida è il difensore centrale Dario Bova: "Partita importante perchè vincendo passaremmo una sosta più serena. Non possiamo più permetterci cali di concentrazione e siamo consapevoli che in concomitanza con la nostra sfida si giocherà uno scontro diretto".

IL SORRENTO: "E' una compagine molto difficile da affrontare, che si difende bene rispecchiando il carattere del suo allenatore. Penso verranno a chiudersi, pertanto bisogna avere pazienza”.

LA DIFESA: "Mi trovo bene con Di Bari, come del resto con Lanzolla. Non abbiamo mai sofferto più di tanto, ma a ogni minima sbavatura subivamo gol. Panarelli, che era un difensore, ci tiene molto alla fase difensiva ripetendoci spesso che con gli attaccanti si vincono le partite, ma con i difensori si portano a casa i campionati".

DI BARI: "Innesto mirato perché conosce benissimo la piazza. Essendo esperto ci dà una grossa mano dentro e fuori dal campo. E' un ragazzo splendido, che si è messo subito a disposizione del gruppo".

GLI UNDER: "Pelliccia e Ferrara sono ragazzi eccezionali come del resto tutti gli under. Per Ferrara in particolare questo è già il terzo campionato di D, mentre Pelliccia sta crescendo giorno dopo giorno. Faccio i complimenti a tutti i giovani del gruppo".

IL BILANCIO: "E' abbastanza positivo se pensiamo a come era iniziata la stagione, con il cambio di allenatore a dieci giorni dall'inizio del campionato, Non è stato facile assimilare subito le idee di Panarelli, ma siamo attaccati alla prima in classifica".

IL PICERNO: “Abbiamo dimostrando che non siamo secondi a nessuno. Affrontiamo partita dopo partita e solo negli spogliatoi vediamo cosa hanno fatto le avversarie".

IL TARANTO: "Non siamo mai andati in difficoltà con nessuna squadra, tanto meno con il Picerno: se avessimo vinto due o tre a zero non avremmo rubato nulla. I campionati si vincono battendo le piccole squadre. Al ritorno speriamo di essere li sopra e fare punti negli scontri diretti".

IL CAMMINO: "Effettivamente abbiamo inanellato qualche pareggio di troppo. In casa il nostro cammino non è proprio da squadra che deve primeggiare: abbiamo perso qualche punto che cercheremo di recuperare già domenica".

BOVA: "Il centro sinistra non è proprio la mia posizione, mi sono adattato. Fino a oggi sono stato sfortunato anche se con il Picerno non sono riuscito a insaccare per miei demeriti. Col Bitonto ho sfiorato la rete due volte, con il Fasano ho segnato, ma la gara fu sospesa e con l'Altamura si mise di mezzo la trasversa".

ESPOSITO: "Se sta bene è devastante. Ha numeri che in D sono difficili da vedere. Deve crescere, ma si è messo subito a disposizione del gruppo. E' un ragazzo che va coccolato: può far male".

Si ringraziano:

Taranto-Sorrento: L’ultima volta fu risolta da Vito Di Bari
Serie B: Anticipo 17a Giornata, Ascoli-Brescia 1-1