TARANTO

Amarcord: 31 anni fa, il Taranto stese l’Inter del Trap

Donatelli e Lerda mandarono al tappeto i nerazzurri di Matthaus e Brehme, arrivati da pochissimo a Milano

Mimmo Galeone
10.08.2019 18:14

Beppe Donatelli batte Walter Zenga portando il Taranto in vantaggio

Esattamente 31 anni fa, 10 agosto 1988, il Taranto disputava allo Iacovone un match amichevole con l'Inter dei tedeschi Matthaus e Brehme, arrivati da pochissimo a Milano. I nerazzurri, sono guidati dal Trap, deciso a riportare in vetta il Biscione interista, dopo l' opaca annata precedente. Gli jonici, invece, in seguito alll' addio di Giagnoni ancor prima di iniziare il ritiro pre-campionato, richiamano in panchina Nando Veneranda, protagonista dei mitici spareggi salvezza della stagione 1986/87. La compagine rossoblu risolse la faccenda già nel primo tempo, aprendo le marcature al 17' con uno splendido colpo di testa in tuffo di capitan Donatelli. L' Inter trova il pareggio con l' argentino Ramon Diaz al 35', grazie ad una carambola fortunata, dopo una traversa di Bergomi. Al 40', però, Franco Lerda realizza il gol decisivo, infilando Zenga di prepotenza, dopo aver raccolto un ottimo assist di Paolucci. Nella ripresa solita girandola di cambi, con il Taranto che sigla anche la terza marcatura con Bruno Russo, annullata da Paparesta in maniera dubbia. Nel finale si erge a protagonista l' estremo difensore rossoblu, che salva il risultato, respingendo una punizione bomba di Matthaus. Una vittoria di prestigio per i ragazzi di Veneranda, che però disputeranno un campionato da dimenticare (retrocessione in serie C/1, con Clagluna che rilevo lo stesso Veneranda a giochi ormai fatti). Per l' Inter, invece, una stagione trionfale, con lo scudetto conquistato a suon di record.

10 agosto 1988, Stadio “ Erasmo Iacovone”

TARANTO - INTER 2-1

RETI: 17' Donatelli (T), 35' Diaz (I), 40' Lerda (T).

TARANTO: Spagnulo, Pazzini, De Solda (70' D'Ignazio), Donatelli, Boggio (68' Gridelli), Genovasi (83' Rossi), Paolucci (46' Insanguine), Roselli, Lerda, Tagliaferri (70' Pernisco), Picci (46' Russo). All. Veneranda.

INTER: Zenga, Bergomi, Baresi, Brehme, Ferri, Mandorlini (72' Verdelli), Matteoli (46' Nobile), Berti (46' Rocco), Diaz (56' Morello), Matthaus, Serena (46' Ciocci). All. Trapattoni.

ARBITRO: Paparesta di Bari.

ANGOLI: 6-1 per l' Inter.

SPETTATORI: 14.000 circa, incasso di 234 milioni di lire. Prima della gara si sono esibiti gli sbandieratori di Lama.

Blunote e Corriere ti regalano il cinema con Chili
Virtus Francavilla: Trocini, A Cremona nulla da perdere’