1a Categoria

1a Categoria/B: Punto, il Grottaglie riapre i giochi promozione

I biancazzurri ribaltano il Castellaneta al D’Amuri e lo agganciano in vetta. Sava insegue sornione a -6, primo acuto per la Don Bosco

Michele Trani
01.03.2019 11:20

Il Grottaglie ribalta un campionato intero in appena sei minuti uscendo fuori quel carattere e quella personalità che spesso erano mancati nelle partite contro le prime della classe. Mastica amaro il Castellaneta cui non basta un monumentale Gnonaj, calciatore di categoria superiore. Al D’Amuri vince il Grottaglie che si riprende di forza la vetta e lancia la sfida agli uomini di D’Alena. Da qui alla fine del torneo sarà nuovamente la sfida a distanza a decretare il vincitore del torneo. La delusione potrà trovare immediato sfogo per i valentiniani visto che, al De Bellis, arriverà l’ultima della classe, reduce dal primo successo stagionale ai danni del San Marzano, ma ormai virtualmente condannata alla retrocessione in seconda categoria. Più ostico l’impegno del Grottaglie, chiamato ad espugnare il Viale Olimpia di Locorotondo per evitare diveder sfuggire nuovamente i biancorossi. Insegue le battistrada il terzo incomodo Sava che incassa altri tre punti imponendosi all’inglese sul campo del San Vito. Rientrata in piena zona play-off, l’Academy guarda da distante la sfida tra le prime due della classe, pronta ad inserirsi in caso di clamorose debacle, oggi difficilmente pronosticabili. Giù dal podio, play-off lontanissimi per le inseguitrici. Cade ancora infatti il Capurso che cede di misura sul campo del Massafra. I baresi sprofondano a meno undici dagli uomini di Mazza, un distacco troppo pesante per aspirare di allungare ulteriormente la stagione. Detto del Massafra, che insegue ad un punto i biancorossi, resta nella parte alta della graduatoria il Polimnia che batte in rimonta il Latiano. Rallenta invece il Locorotondo che non va oltre il 2-2 sul campo della Cedas Avio Brindisi. Ne approfitta la Football Acquaviva che batte di misura il Latiano e si guadagna la quinta piazza in condominio con il Massafra. Tutto fermo in mezzo al plotone dove il San Marzano, ormai salvo, cede sul campo della Don Bosco, ultima della classe. Per i messapici arriva così il primo acuto stagionale che porta a cinque le lunghezze di distacco dall’Erchie, sconfitto a domicilio dall’Atletico Acquaviva. I baresi confermano di attraversare un buon momento salendo a quota 18 ed agganciando Cedas Avio Brindisi e San Vito. Notte fonda invece per i brindisini dell’Erchie che non riescono a muovere la graduatoria e vedono salire sensibilmente le chance di non riuscire ad allungare ulteriormente la stagione. Guardano la situazione da distante Crispiano e Latiano che però, appaiate a quota 24, ancora non possono dirsi totalmente in salvo.

 

Serie B: Foggia, rubato l’incasso della sfida con il Cosenza
Real Pulsano: Pulito, 'Qui mi sto divertendo tanto'