Serie D

Serie D: Patierno, ‘Ho rifiutato la Serie C per rimanere a Bitonto’

Bomber Kikko: ‘Con la squadra che sta costruendo il presidente ci sarà molto da divertirsi’

Comunicato stampa
06.07.2019 16:43

Un titolo di capocannoniere in tasca con la maglia della sua città. Un’estate fatta di proposte e richieste. Ma a prevalere è l’amore per la sua Bitonto: l’enfant du pays resta a casa pronto a nuove sfide e a coronare un sogno mai realizzato finora nella città dell’olio. Il Bitonto ha annunciato di aver trovato l’accordo per la riconferma dell’attaccante Cosimo Francesco Patierno in maglia neroverde anche nella prossima stagione 2019/2020. Bomber Kikko, classe ’91 e ventidue gol nella scorsa stagione, continuerà dunque a vestire la maglia del Bitonto, giocando per il terzo anno consecutivo nella sua città.  «Resto a Bitonto perché sono i colori della mia città, devo tanto a questa società perché in due anni non mi ha fatto mai mancare nulla – spiega Kikko Patierno –. Affronto questo terzo campionato a Bitonto con l’obiettivo di migliorarmi, fare ancora meglio, potevo andare via da vincente e col titolo di capocannoniere ma so di poter dare ancora tanto alla causa neroverde, sono pronto a battere ancora tanti record».

«Ho rifiutato richieste anche dalla Serie C, non sono andato via pur di restare a Bitonto – aggiunge l’attaccante neroverde –. Con la squadra che sta costruendo il presidente ci sarà molto da divertirsi in questa stagione. Loiodice e Lattanzio non hanno bisogno di presentazioni, assieme completiamo un reparto d’attacco molto competitivo. Il sogno mio personale, del presidente e di tutta la città è di raggiungere la Serie C, il professionismo, spero di riuscire a conquistare questo traguardo storico per Bitonto così da chiudere davvero il cerchio dei record».

Patierno è ormai simbolo del calcio bitontino e nella sua storia.
«Sento la responsabilità ed il peso di essere bitontino – evidenzia –, con tutti i record dello scorso anno sono felice di essere ormai entrato nella storia calcistica della città e degli attaccanti bitontini di tutti i tempi, superare i gol realizzati in D dall’immenso Nicola Rubini è stato motivo d’orgoglio, vincere il premio “Gaetano Naglieri” alla prima edizione è stata una gran bella emozione».  

«Ripetersi non è mai facile ma a me piacciono le sfide, resto a Bitonto perché voglio dimostrare a tutti che non vado via facilmente, voglio fare sempre meglio, e farlo nella mia città, con i colori e la maglia della mia città, ha tutt’altro sapore – conclude bomber Kikko –. Ho rifiutato proposte davvero allettanti da altre squadre pur di dare continuità a questo progetto, far parte di questa famiglia alla quale sono unito da ormai tre anni, segno del legame che ho con Bitonto e con la sua gente».

Serie D: Paganese, Accardi ‘Il Bisceglie non può tornare in C’
Taranto: Conosciamo i primi cinque colpi del mercato