ALTRI SPORT

Boxe: Da venerdì 6 luglio il 17° trofeo ‘Città di Taranto’

Comunicato stampa
25.06.2018 17:09

Venerdì 6 luglio, col primo gong alle ore 20.30, il Castello Aragonese ospiterà il Diciassettesimo Trofeo “Città di Taranto”. Si tratterà di una edizione speciale di un appuntamento dallo spirito tradizionale promosso dalla Quero-Chiloiro. L'evento, organizzato in collaborazione con il Comando Marittimo Sud della Marina, guidato dall'Ammiraglio di divisione Salvatore Vitiello, ed il dirigente societario della Quero-Chiloiro Giovanni Semeraro, vedrà come match clou la sfida tra due professionisti: il peso “Medio” della scuderia Quero-Chiloiro Marco Boezio (5 vittorie, 1 pari e due sconfitte) ed il torinese Francesco Tartaro (8 vittorie, 1 pari e 2 sconfitte). L'incontro si svilupperà sulle otto riprese ed ha un valore di maggior prestigio perché anticipa l'assalto al titolo italiano dell'avversario ufficiale Tartaro del campione in carica Mirko Geografo. Tartaro è il capo-fila della Skull Boxe Canavesana, che è la prima società di merito 2017 della boxe italiana. Stesso risultato riferito al 2016, così come i due secondi posti consecutivi della Quero-Chiloiro che a distanza di un anno dal precedente Trofeo “Città di Taranto” (che raccolse migliaia di spettatori dal vivo e nella diretta streaming) piazza sul ring una nuova sfida con il club piemontese. Attorno al match clou Boezio-Tartaro si disputeranno otto match della classe olimpica con la miglior rappresentanza dilettantistica delle due società.

Il XVII “Città di Taranto” sarà una edizione speciale anche perché dedicata a sei personaggi che hanno fatto la storia del pugilato jonico. Il Memorial ricorderà infatti: il campione d'Europa Superpiuma del 1972 e co-fondatore della Palestra Quero Domenico Chiloiro, il presidente della Quero-Chiloiro Saverio Lionetti negli anni Settanta d'oro della boxe jonica con i vari titoli come quelli conquistati da Vincenzo Quero e Domenico Chiloiro, il presidente onorario ed imprenditore virtuoso tra gli anni Ottanta e Novanta Donato Carelli, il presidente onorario del club rossoblù tra gli anni Ottanta e Novanta Gianni Tagarelli, il prezioso medico sportivo e uomo di sport William Uzzi, e l'arbitro internazionale del secolo scorso Vincenzo Moscato. Queste figure hanno contribuito a rendere noto il nome di Taranto a livello nazionale ed internazionale. Nel loro “segno” ci sarà una edizione del “Città di Taranto” che promette spettacolo con il match professionistico e le sfide tra gli atleti delle due prime società d'Italia. La manifestazione sarà trasmesso in diretta Tv sul canale 182 e in differita su canale 62 del digitale terrestre “Fight Netowrk”.

Commenti

Boxe: Francesco Magrì, esordio ai Giochi del Mediterraneo
Taranto: Mercato, Giove non vuole mollare Pellegrino