V. FRANCAVILLA

Virtus Francavilla: Trocini, ‘Non siamo ancora una squadra’

Il tecnico sul Catanzaro: ‘Gara difficile con un avversario costruito per vincere’

Fabrizio Caianiello
09.12.2018 01:09

La Virtus Francavilla cerca il riscatto dopo la brutta sconfitta di Potenza. Il tecnico dei pugliesi, Bruno Trocini, ha presentato la gara contro il Catanzaro in conferenza stampa: "Sarà una gara difficile perché affrontiamo una squadra forte e costruita per vincere. Mi auguro che l'approccio sia diverso rispetto a domenica scorsa, quando sembrava che il pallone scottasse, perché abbiamo necessità di fare punti, in qualsiasi maniera. I ragazzi erano molto dispiaciuti alla ripresa degli allenamenti, sono sicuro che reagiranno e forniranno una prova all'altezza. Abbiamo tutti a disposizione ad eccezione di Folorunsho che non sta bene e di Nordi che è ancora da valutare". Arrivato appena un mese fa, Trocini sta ancora facendo i conti con una squadra discontinua: "Non siamo ancora una squadra, ci manca la costanza nel rendimento e l'equilibrio, anche per attitudine tattica di alcuni giocatori, ma dobbiamo trovare rapidamente una soluzione. Spesso subiamo gol per errori individuali, non perché lavoriamo male come reparto ma perché siamo in difficoltà a rimanere sul pezzo. Questa squadra è capace di fare due o tre allenamenti bene e poi fare male il terzo e lo stesso fa con le partite". Tra poco aprirà la finestra invernale di mercato ma il tecnico biancoazzurro pensa al presente: "Abbiamo una rosa di valore, anche se alcuni giocatori hanno reso meno rispetto alle aspettative. Mancano cinque partite da qui alla sosta e io preferisco pensare a chi ho a disposizione e non a chi potrebbe arrivare. Le dimissioni del direttore sportivo Fracchiolla? Ha rilasciato un'intervista spiegando i suoi motivi, la società li ha accettati e non c'è altro da aggiungere". Trocini elogia Partipilo ("non mi sorprende, continua a crescere e a sentirsi più responsabile") e la società, alle prese con i lavori di adeguamento dello stadio: "Ogni giorno passiamo davanti allo stadio, facciamo un po'di direzione dei lavori. Se serve diamo anche una mano...Speriamo che si risolva tutto rapidamente perché credo che poche squadre avrebbero potuto sopportare due anni di C lontano da casa, sia gli allenamenti che le partite. Parliamo di costi, mancate entrate e problemi a livello logistico che solo questa società poteva sostenere".

Serie D/H: Mercato, il Fasano presenta Mauro Gori
Futsal B/M: Un Bernalda ‘rinnovato’ sbanca Altamura