TARANTO

Punto D/H: Mondino, 'Vincerà l'allenatore più bravo nella gestione'

Il talent scout a Blunote: 'Peccato per Vukmanic, poteva essere un'arma in più'

Alessio Petralla
08.01.2019 15:45

Ad analizzare nel dettaglio il Girone H della Serie D è Nico Mondino, talent scout tarantino e responsabile del settore giovanile del Rotonda: “Il campionato sta rispecchiando le aspettative della vigilia: Taranto e Cerignola sono a un passo dalla vetta e restano le due principali candidate alla vittoria finale. Inaspettatamente, però, adesso in testa si trova ancora il Picerno. Il Taranto deve recuperare una partita e potrà fare bottino pieno negli scontri diretti. Vincerà il campionato l’allenatore che saprà gestire al meglio lo spogliatoio perché il campionato invernale è ostico e imprevedibile visti i malanni stagionali e quindi chi ha dei ricambi importanti avrà più continuità nei risultati”.

LE SORPRESE: “La prima sorpresa in positivo è proprio il Picerno: non mi aspettavo una cavalcata così importante. La seconda è il Francavilla che sta sorprendendo grazie anche alla grande esperienza di Ranko Lazic, il quale, nonostante una partenza difficile, ha riportato la sua squadra a ridosso della zona play off. Dopo un anno in sordina, i sinnici sono tornati alla ribalta. Passiamo alle sorprese in negativo: non pensavo di trovare la Sarnese così giù. Mi sarei aspettato qualche punto in più da parte dei campani che dopo il bel campionato della passata stagione stanno deludendo. Anche il Gravina sta disputando una stagione altalenante e si trova in zona play out”.

SALVEZZA: “Il campionato è ancora aperto e il distacco tra le formazioni non è enorme. Tutto si può ribaltare, anche se l’andamento del Granata, che ha realizzato soltanto tredici gol, e quello del Pomigliano, che ne ha messi a segno solo sette mi preoccupa. Con un attacco così sterile, le vedo in netta difficoltà”.

IL TARANTO: “Ho sempre sostenuto che è una grande squadra. Non può permettersi il lusso di non vincere questo campionato visto l’organico competitivo e la società che crede tanto nella promozione. Il mercato invernale è stato mirato, migliore rispetto a Cerignola e Picerno, acquistando gente come Esposito e Roberti. Dispiace per la trattativa saltata con Vukmanic, è un under fortissimo che poteva risultare fondamentale per il reparto offensivo ionico. In ogni caso, in avanti Panarelli ha l’imbarazzo della scelta: con uomini di spessore come D'agostino, Di Senso, Oggiano, Esposito, Roberti, Favetta, Croce e Salatino può cambiare modulo a suo piacimento. Sono tutti attaccanti di prima fascia. L’ultimo intervento lo avrei fatto in difesa prendendo un centrale di qualità e molto veloce palla al piede. La partita da recuperare con il Bitonto è fondamentale anche se mancheranno tante sfide: un successo permetterebbe agli ionici di accorciare sul Picerno”.

LE PROSSIME SFIDE: “Il Sorrento ha appena cambiato allenatore. L’arrivo di Maiuri darà una scossa motivazionale alla formazione campana, anche se il Cerignola è molto forte e parte favorito. Il Taranto in casa con la Sarnese non dovrebbe avere grossi problemi, così come il Picerno che ospiterà il Gragnano. Le tre big affrontano avversarie di medio bassa classifica e tutte e tre partono con i favori del pronostico”.

Si ringraziano:

Serie C/C: Fideiussione Finworld, la nota stampa della Reggina
Punto C/C: Baiocco, 'Apprezzo l'organizzazione della Virtus'