1a Categoria

1a Categoria: Pari pirotecnico nel big match Grottaglie-Sava

Michele Trani
28.10.2018 18:08

Foto Calcio Grottaglie Web pagina Facebook

Si ferma a cinque la serie positiva del Grottaglie che non va oltre il 2-2 contro il Sava di mister Mazza. Al D’Amuri prestazione coriacea degli ospiti che ribaltano lo svantaggio firmato dal solito De Tommaso con una doppietta di bomber Vasco, abile a sfruttare le incertezze dell’estremo grottagliese. In pieno recupero, però, Amaddio salva i biancazzurri insaccando in spaccata una corta respinta di Bisignano sulla solita punizione velenosa di De Tommaso. Un pareggio che sta stretto soprattutto al Sava, bravo a leggere le varie fasi di gara ed a mettere in difficoltà un Grottaglie spesso in inferiorità numerica in mezzo al campo. Sugli spalti del D’Amuri, circa quattrocento gli spettatori, tra cui il primo cittadino Ciro D’Alò, a spingere verso il successo gli uomini di Marinelli, penalizzati nella manovra da pioggia e vento forte che hanno condizionato non poco tutta la gara. Poche variazioni nelle scelte iniziali rispetto alle aspettative della vigilia. Nel Grottaglie, orfano di Gigantiello squalificato, Marinelli lancia dal primo minuto il baby Masella. Per il resto confermato l’impianto tattico delle ultime uscite con Fonzino che si riprende il posto in mezzo al campo ai danni di Collocolo. Masella corrobora l’azione dell’intoccabile tridente offensivo composto da Carbone, De Tommaso e Galeandro, gli ultimi due sempre a segno in questo avvio di stagione. Senza l’ex Sanna, squalificato, e con l’altro ex Chirivì che inizia il match dalla panchina, Mazza si affida all’esperienza di Coccioli in mediana e di Vasco in avanti. Partenza tutta ad appannaggio del Sava, favorito dal vento a favore. Al quinto un cross da destra degli ospiti favorisce l’intervento maldestro di Amaddio che, di testa, colpisce il palo della propria porta. Al decimo, Urbano si invola verso l’area avversaria complice un errore di Pisano. Costantino ci mette una pezza deviando in corner. Cresce con il passare dei minuti la formazione di Marinelli. Al 22’ Carbone sfrutta un buco di Morleo e si lancia a campo aperto prima di servire in profondità Masella, murato in uscita da Bisignano. Dieci minuti più tardi fa tutto De Tommaso. Prima si guadagna una punizione da posizione decentrata, poi pennella con le tre dita una traiettoria imparabile che bacia la traversa alla sinistra di Bisignano e si insacca in rete mandando in visibilio la tribuna. Per il numero dieci grottagliese, a segno su calcio piazzato nelle ultime quattro gare, si tratta del nono centro stagionale. Il Sava potrebbe pareggiare due minuti più tardi, ma Eleni, tutto solo davanti a Costantino, spara fuori a colpo sicuro. In apertura di ripresa altra occasionissima per gli ospiti con l’estremo biancazzurro che si supera a due passi dalla linea bianca. Costantino sbaglia però il successivo rinvio favorendo un nuovo attacco dei biancorossi che si guadagnano un penalty per via dell’atterramento di Urbano in piena area di rigore. Dagli undici metri Vasco è glaciale e fa 1-1 mandando in estasi i propri sostenitori. Marinelli e Mazza ricorrono alla panchina per svoltare: dentro, rispettivamente, Pizzolante per Masella tra i grottagliesi, Chirivì per Eleni negli ospiti. Gara combattuta in mezzo al campo con le due squadre che faticano a prendere in mano la scena. Al 28’ Vasco filtra centralmente per Gioia che, da ottima posizione, non inquadra lo specchio. Il gol sembra nell’aria ed arriva puntuale sessanta secondi più tardi. Costantino esce male su una palla leggibilissima, Vasco lo anticipa di testa e fa 2-1 Sava. L’undici di Mazza potrebbe addirittura triplicare al 32’ su errato disimpegno di un distratto Costantino. Urbano ne approfitta: salta anche l’estremo difensore, ma scivola al momento di depositare nel sacco favorendo il recupero di Lecce prima e dello stesso numero uno di casa poi. Grottaglie in bambola e Sava che si vede giustamente annullare il 3-1 di Vasco per off-side. Il verso della gara cambia nuovamente nel finale con gli uomini di Marinelli protesi in avanti alla ricerca del pari. Cantoro ci prova su cross di Pisano, ma Bisignano risponde presente sventando la minaccia. Il Sava arretra ed è punito ancora su calcio franco proprio ai titoli di casa. Punizione al veleno di De Tommaso, Bisignano non trattiene ed Amaddio insacca in spaccata. Esplode il tifo in tribuna per il pari che permette al Grottaglie di mantenere vetta ed imbattibilità. Nell’ultimo assalto rosso per Lecce, reo di un intervento da tergo su Urbano. Finisce 2-2, un risultato che scontenta prevalentemente gli ospiti che ormai avevano fatto l’acquolina ai tre punti. Punto importante invece per i padroni di casa che possono guardare con più ottimismo all’ostica trasferta di Castellaneta.

GROTTAGLIE-SAVA 2-2

RETI: 33’ De Tommaso, 50’ Vasco (S), 74’ Vasco (S), 92’ Amaddio (G)

GROTTAGLIE (4-2-3-1): Costantino; Appeso, Amaddio, Lecce, Pisano; Fonzino (dal 37’s.t. Cantoro), Napolitano (dal 24’s.t. Collocolo); Masella (dal 18’s.t. Pizzolante); De Tommaso, Carbone; Galeandro. Panchina: Annicchiarico, Sanarica, Halì, Lavermicocca, Castellana, Greco. all. Marinelli

SAVA (4-4-2): Bisignano; Morleo, Angelè, Teodoro, Caputo; Coccioli, Caputo, Gioia, Eleni (dal 19’s.t. Chirivì); Urbano, Vasco. Panchina: Contino, Trisciuzzi, Biasi, Caforio, Moscogiuri, Ursoleo, Massaro, Pichierri. all. Mazza

ARBITRO: Cianci di Bari

AMMONITI: Gioia (S), Lecce (G), Collocolo (G), Pisano (G),Urbano (S)

ESPULSI: Lecce per fallo da tergo al 50’s.t.

ANGOLI: 0-3

RECUPERO: 3’ – 5’

NOTE: spettatori 500 con rappresentanza ospite, terreno in discrete condizioni

 

Fidelis Andria: Cipolletta, ‘Siamo stati bravi a concretizzare’
Serie D/I: 7a Giornata, il Bari strapazza il Locri e allunga