ALTRI SPORT

Grottaglie si prepara per diventare città europea dello sport 2020

Sono in piena attività i lavori di manutenzione, conservazione e ampliamento funzionale degli impianti sportivi

05.04.2018 00:04

Il PalaCampitelli

Sono in piena attività i lavori di manutenzione, conservazione e ampliamento funzionale degli impianti sportivi di Grottaglie, l’assessore allo Sport e vicesindaco Vincenzo Quaranta, con il suo impegno serio e costante sta preparando Grottaglie, già candidata come Città Europea dello Sport 2020, a ricevere il premio che l’ACES assegna annualmente a quattro città italiane. E’ chiaro che il progetto non riconosce i suoi limiti solo all’ambito sportivo, bensì allarga le opportunità di crescita sociale, turistica ed economica della città stessa. Gli interventi di ristrutturazione e aggiornamento degli impianti sportivi quindi non devono essere visti come fini a se stessi ma seguono un’ottica ben più ampia, cioè si vuole fare dell’efficienza delle strutture uno strumento che permetta lo svolgersi di svariate iniziative che comprendono, oltre lo Sport anche lo spettacolo, la programmazione di eventi culturali o a scopo turistico, tutto ciò comporterà inevitabilmente un incremento in termini di ricettività ed accoglienza, in breve l’efficienza delle strutture genera la nascita di nuove attività sia commerciali che di ristorazione come anche alberghi o hotel. 

La visione di una città quindi work in progress.

Le attività sono in pieno fermento, si sono conclusi da poco i lavori che hanno dotato il Palazzetto dello Sport “Campitelli” di un nuovo impianto audio professionale che permetterà lo svolgimento di competizioni di danza di alto livello oltre ad essere un supporto per la comunicazione effettuata durante qualsiasi evento sportivo. E’ in atto inoltre la progettazione per un’immediata realizzazione dei nuovi spogliatoi dello stesso palazzetto, che offrirà ai disabili una fruizione agevole e confortevole.

Commenti

Sociale: Per l’autismo, un ponte tra Taranto e America
Grottaglie: Giovanili, Mero ‘Una stagione da incorniciare...’