Promozione

Brindisi: Rufini, 'Ora bisogna avere più fame di prima'

Alessio Petralla
09.04.2018 15:04

Un pareggio che, comunque, sa di vittoria (visto il ko dell’Ostuni) per il Brindisi che impatta, 1-1, sul campo del Carovigno. Nonostante il non bottino pieno è soddisfatto il tecnico Danilo Rufini che, a Blunote, commenta così: “La gara di domenica dovevamo vincerla per forza: l’impatto è stato ottimo anche se dopo l’1-0 potevamo chiuderla. Nel secondo tempo il Carovigno ha alzato il baricentro e avuto, come anche noi, qualche altra occasione. Sull’1-1 visto il risultato dell’Ostuni e il più quattro in classifica abbiamo provato comunque a vincerla anche se ci tenevamo a non finire ko. Pareggio giusto e ora quattro punti sull’Ostuni sono un buon bottino. Domenica a Tricase per fare risultato e magari chiudere il campionato”.

IL CAROVIGNO: “Squadra tosta e quadrata che ha giocato per il risultato pieno mostrando non solo una buona fase difensiva”.

NESSUN RILASSAMENTO: “Non mi aspetto nessun rilassamento da parte dei miei ma solo una squadra affamata che vuole chiudere il campionato senza arrivare all’ultima partita. Se domenica dovessimo vincere a Tricase la situazione migliorerebbe. Abbiamo voglia di vincere il campionato senza fare calcoli. Se non dovesse accadere ce la giocheremo, poi, con il Racale in casa”.

LA RIPRESA: “Non dobbiamo farci coinvolgere dall’entusiasmo: c’è, ancora, da lavorare e sudare. Non bisogna abbassare la guardia anche perché ciò che abbiamo fatto è frutto di sacrifici. Siamo a un passo dall’ottenere ciò che volevamo e dobbiamo essere più forti di prima”.

Si ringraziano:

 

Commenti

D/H: Finisce in parità il posticipo della 30a Giornata
Libri: ‘Il terzo spazio. Oltre estabilishment e populismo’