Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Punto/C: Migliaccio, "Taranto, puoi battere il Lecce..."

Martedì 22 Novembre 2016 15:49 in Taranto 1844 Alessio Petralla

A Natale il campionato si spezzerà in due. Ci sarà una netta separazione tra le prime quattro/cinque e tutte le altre. Ne è convinto Vincenzo Migliaccio, ex difensore di Taranto e Martina, che a Blunote, traccia un punto della situazione: “Vedo una netta differenza tra Matera, Foggia, Lecce, Cosenza, Juve Stabia e le altre. Dopo Natale la classifica potrebbe spezzarsi in due, dal quinto posto in poi tutte potranno ambire ai playoff o lottare per la salvezza”.

JUVE STABIA-LECCE: “Ho seguito il match ed è stata una bella partita: il Lecce ha preso il sopravvento per circa 60 minuti, mettendoci tanta intensità. Se la giocheranno entrambe per il primato”.

IL TARANTO: “Ho avuto modo di assistere al match con la Virtus. E’ una squadra che lavora tanto e s’impegna, ma non è tranquilla. Serve solo una vittoria per sbloccarsi mentalmente. Credo che con quattro-cinque innesti di categoria, il Taranto possa salvarsi tranquillamente. Non è necessario stravolgere la rosa. Prosperi? Lo conosco bene, è in gamba, forte caratterialmente e sa fare il suo lavoro”.

LA VIRTUS FRANCAVILLA: “E' inutile continuare a ripetere che l'obiettivo principale è la salvezza, per me può puntare al settimo-ottavo posto. Ha giocatori esperti e forti, i play off sono alla portata: inutile nascondersi”.

TARANTO-MESSINA: “Arrivati a questo punto la coppa diventa interessante. Quest’anno conta moltissimo e vincere aiuta a vincere anche in campionato”.

TARANTO-LECCE: “Sarà una bellissima partita: in riva allo Ionio questi derby sono molto sentiti. Arriva una big come il Lecce e con l’aiuto del pubblico il Taranto può anche fare risultato. Del resto, quella ionica è una tifoseria matura e competente che aiuterà i rossoblù. Per uscirne, la squadra di Prosperi dovrà giocare con la massima concentrazione perché le qualità del Lecce sono superiori. Nel calcio non c’è nulla di scontato. Sono fiducioso…”.

Nella foto Conserva, Vincenzo Migliaccio