TARANTO

Editoriale: La ‘Taranto che conta’ DEVE aiutare il Taranto

Le possibilità di un ripescaggio in Serie C sono aumentate, ma gli appelli non bastano per svegliare chi dorme...

Dante Sebastio
25.06.2019 14:19

Il sindaco Rinaldo Melucci con il presidente Massimo Giove

Bisogna che chi può cominci a restituire qualcosa alla città in cui vive”. È dalle dichiarazioni di Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto, che vogliamo cominciare. Lo scriviamo senza troppi giri di parole: siamo stufi della Serie D. Gli ultimi accadimenti aprono più di uno spiraglio per il ripescaggio in Serie C ed è giusto provarci. Se i tifosi sono pronti a fare la loro parte riempendo lo “Iacovone”, ci aspettiamo una risposta concreta soprattutto dalla città che tira le fila nella stanza dei bottoni. Il sindaco Melucci, con il quale ci complimentiamo per gli sforzi compiuti per adeguare lo stadio, non può cavarsela con un semplice appello, perché le parole volano via con il vento. C’è bisogno di un intervento politico concreto, che investa anche il presidente della provincia Gugliotti, Confcommercio, Confindustria. Tutti questi anni di Serie D ci hanno fatto comprendere che la “comunità che conta” sonnecchia, o fa finta di sonnecchiare, quindi è il momento di svegliarla. Altrimenti, è inutile paragonarsi a realtà come Bari e Lecce che fanno sempre quadrato quando si tratta di tagliare traguardi prestigiosi. Sappiamo quanto sia oneroso un ripescaggio, ecco perché il presidente Giove ha bisogno di un sostegno tangibile e non solo di appelli. Scriveremmo allo stesso modo se il club fosse retto da Gigi Blasi o dalla famiglia De Laurentiis, per citarne alcuni: è la sostanza che manca, la voglia di lottare tutti insieme per un unico obiettivo. L’occasione è ghiotta e non bisogna lasciarsela sfuggire: entro il 5 luglio il Taranto dovrà presentare la domanda per sperare in un ripescaggio in Serie C: il tempo a disposizione non è tanto, le belle parole non bastano. È mai possibile che una città industrializzata come Taranto non riesca a supportare con un minimo contribuito la massima espressione calcistica della città? In questo senso, lo ribadiamo, è la politica a recitare il ruolo da protagonista. Sindaco Melucci, presidente Gugliotti, Confindustria, Confcommercio, è il momento di muoversi: un supporto economico allevierebbe gli sforzi del presidente Giove, il quale dovrà solo preoccuparsi di allestire una squadra degna della sua tifoseria.

Industria Felix: Riconoscimenti a imprese pugliesi, lucane, molisane
Serie D: Mercato, rinnovo importante per il centrocampo del Savoia