TARANTO

Taranto: Di Bari, 'Spero che ogni squadra onori gli impegni’

Il difensore a Blunote: 'Ci sono ventiquattro punti a disposizione, perchè non dovremmo crederci?’

Alessio Petralla
09.03.2019 13:03

Una settimana senza l'assillo del match domenicale quella vissuta dal Taranto che ha ricaricato le batterie in vista del rush finale. Mancano otto gare e tutto può succedere secondo l'esperto difensore Vito Di Bari che, a Blunote, commenta il momento dei rossoblù: "Più che del successo del Picerno c'è delusione per la sconfitta di Gravina. Sono abituato a guardare in casa mia. Peccato, davvero, perchè stavamo percorrendo un cammino strepitoso. Andiamo avanti...".

CREDERCI: "Mancano otto partite e in palio ci sono ben ventiquattro punti: non vedo perchè non dovremmo crederci. Inoltre, avremo lo scontro diretto con il Picerno che dopo affronterà anche il Cerignola. Capisco la delusione dei tifosi dal momento che ogni anno si stecca la partita forse più importante. Siamo calciatori e dobbiamo guardare avanti: sono deluso moltissimo anch’io, ma i processi si fanno alla fine".

L'ALTAMURA: "E' una formazione di categoria che l'anno scorso ha disputato i play off e che quest'anno sta lottando per riottenerli. Verrà a Taranto, come del resto tutte le avversarie, per dar fastidio. Dobbiamo pensare a noi e giocarcela con cattiveria".

LA TIFOSERIA: "E' normale che in città si respiri delusione e amarezza: siamo stati bravi a riportare gente allo stadio, ma ora dobbiamo essere altrettanto bravi a non farli allontanare. Il tecnico Panarelli non si aspettava il ko di domenica scorsa, maturato al termine di una prestazione non positiva. Comunque, speriamo in uno stop delle dirette avversarie e magari di riavere il punto. Ci crediamo".

DI BARI: "Ho ripreso ad allenarmi. Stavo bene fino alla gara di Savoia: ora sto di nuovo molto meglio e voglio dare un contributo alla squadra".

IL CALENDARIO: "Non possiamo più sbagliare: nonostante i trentaquattro punti conquistati su trentanove ci troviamo terzi. Non dobbiamo guardare l'avversario perchè se giochiamo come abbiamo fatto prima di domenica scorsa possiamo battere tutti".

UN SOLO RISULTATO: "E' normale che giocare sempre per la vittoria logori mentalmente. Nelle ultime sfide c'era gente non al massimo: questo, però, non dev'essere una scusante. A Gravina potevamo vincere perchè non abbiamo giocato con una formazione irresistibile. Spero che in questo finale di stagione tutte le compagini giochino in modo corretto onorando ogni singolo impegno. Crediamo nella forza e nella correttezza delle componenti di questo girone. Se il Gravina giocherà come ha fatto con noi può fermare anche il Cerignola".

Si ringraziano:

 

Virtus Francavilla: Donatiello, 'Peccato per le porte chiuse'
Basket 1a/Div: TDG Castellaneta, partitissima con Mar.Lu Bari