Giovanili

Cryos: Il tecnico Caputo, 'L'educazione sopra ogni insegnamento'

Alessio Petralla
31.10.2018 16:21

Un percorso minuzioso e dettagliato seguito da tecnici all'altezza come Luigi Caputo, per i più piccoli della Cryos...: "Il rapporto con il Presidente Lafratta nasce nel 2003 tanto che fui uno dei suoi primi allenatori - attacca Caputo. Dopo qualche anno rieccomi qui nella Cryos che per me è una società seria. Sono educatore-allenatore dei bambini nati nel 2008 e 2009".

GLI OBIETTIVI: "L'obiettivo numero uno è quello di educare i bambini e quindi insegnare i comportamenti da tenere con i compagni, con gli avversari e con gli arbitri. Poi, farli crescere prima tecnicamente e poi tatticamente. Con il nostro Responsabile Tecnico Rivizzigno poniamo degli obiettivi mensili, lavorando sempre in quattro postazioni e con tre allenatori in campo".

I CAMPIONATI: "Assieme a Rivizzigno e al Presidente Lafratta abbiamo deciso di far disputare, ai 2008, tornei fuori regione: abbiamo già giocato a Camerino e a San Vito. Il 4 novembre sarà la volta di Avellino. Per quanto riguarda i 2009 sarà la stessa cosa con il tecnico Tedeschi che li accompagnerà nell'avventura OPES e io fuori regione".

Si ringrazia:

Brindisi: Cordisco, 'Con il Terlizzi un vero e proprio crocevia'
Taranto: Sparatoria tra la gente in città, ‘gambizzato’ un uomo