TARANTO

Punto D/H: Esposito, 'Il Taranto può infrangere i sogni della Cavese'

Alessio Petralla
30.03.2018 14:03

Quello di serie D/H si sta rivelando un campionato spaccato letteralmente in due: nonostante la gran marcia del Taranto, di fatto, gli ionici non sono riusciti, ancora, ad agguantare una posizione più prestigiosa a testimonianza che non ci sono squadre che possono infastidire Cavese e Potenza. A spiegarne le motivazioni e a tracciare un punto su questo raggruppamento, a Blunote, è l'ex difensore del Monopoli Pasquale Esposito: "In serie D si sta verificando quello che sta succedendo nell'intero sistema del calcio italiano (i troppi under da schierare in modo forzato). Di fatto esiste una netta spaccatura tra le prime in classifica e le altre formazioni che schierano tanti ragazzini, a volte non all'altezza e che hanno difficoltà a mettere in mostra le proprie qualità".

IL TARANTO: "Il Taranto è chiamato a giocarsi le sue carte fino alla fine perchè conquistare al meglio i play off è importante visto che, in serie C, ci saranno tanti fallimenti. Una piazza così importante potrebbe rientrare nel discorso ripescaggi. Lo dissi già in altre interviste: è impensabile vedere questa compagine in serie D. Gli ionici hanno una rosa composta da calciatori di un certo spessore per la categoria. Alla fine del campionato si potranno tirare le somme".

ZONA RETROCESSIONE: "Nelle parti basse la graduatoria è corta e chi si trova fuori dalla zona play out non ha un margine di punti che garantisce la salvezza. La Turris giovedì ha ottenuto un successo importante, il Francavilla in Sinni ha calciatori di spessore, l'Aversa e il San Severo proveranno a giocarsela fino alla fine. Tutte hanno calciatori importanti in rosa come ad esempio Palumbo e Varriale. Sarà una lotta aperta fino alla fine".

CLASSIFICA MARCATORI: "Franca, nonostante l'età, resta un calciatore d'altra categoria che non aveva mai fatto il girone H e che sta dimostrando, anche qui, di poter fare la differenza. Volpicelli, anche se si trova in una formazione che lotta per salvarsi, sta disputando un grandissimo campionato trascinando il suo Francavilla in Sinni. Anche negli anni passati ha dimostrato qualità e, quindi, non è una sorpresa. Favetta, invece, sta sorprendendo visto che non si era mai trovato a fare un campionato importante: sta dimostrando il suo grande valore in una grande piazza come quella di Taranto".

TARANTO-CAVESE: "I rossoblù doranno metterci tutto l'agonismo possibile per raggiungere il risultato pieno: fino ad ora hanno dimostrato di potercela sempre fare. Hanno tutte le carte in regola per cercare di scavalcare qualche posizione in chiave play off. La Cavese, perdendo a Taranto, con l'eventuale vittoria del Potenza, direbbe addio ai sogni di gloria. Peccato, perchè i rossoblù stanno pagando il non positivo avvio stagionale".

CAMPI DI GIOCO: "In questi campionati è normale trovare campi di dimensioni ridotte come quello di Mugnano in cui il Taranto ha rimediato l'unica sconfitta del 2018. Li con la Neapolis vinsi un campionato nonostante ci fossero squadre forti come Casarano e Matera. Queste insidie sono sempre dietro l'angolo e si devono avere, perciò, giocatori che sappiano adattarsi a questi campetti di provincia in cui la posta in palio, però, è sempre di tre punti. In quei casi serve maggiore intensità e concentrazione".

FOTO PIANETALECCE

Si ringraziano:

 

Commenti

[Video] Studio 100: 100 Notizie Sport del 30/03/2018
Virtus Francavilla: D’Agostino, ‘Ho solo un rammarico...’