TARANTO

Alessandro Potenza: 'Taranto formazione pazzesca'

Il tecnico della Fidelis Andria a Blunote: 'Dobbiamo salvarci visto il ritardo rispetto alle altre'

Alessio Petralla
09.09.2018 13:42

Ottimismo e piedi per terra per Alessandro Potenza neo tecnico della nuova Fidelis Andria che, a Blunote, presenta la sua squadra e ne delinea gli obiettivi…: “Le prime sensazioni sono di ottimismo altrimenti non avrei accettato l’incarico. La piazza di Andria si presenta da se: cercheremo di ricreare entusiasmo visto che la tifoseria è scottata per i fallimenti degli ultimi anni. Per quanto riguarda gli obiettivi sarebbe da stupidi fissarne uno troppo importante: dobbiamo salvarci anche perché siamo in ritardo rispetto a tutte le altre formazioni. Nella prima fase della stagione potremmo pagare la condizione e l’amalgama, fattori in cui siamo svantaggiati visto che le altre formazioni hanno fatto il ritiro: stiamo, ancora, ultimando la rosa e conosciamo le difficoltà”.

IL GIRONE: “E’ come sempre tra i più tosti: quest’anno lo è, ancora, di più. Se ci fosse stato il Bari sarebbe stata una vera serie C. So che tipo di rose hanno allestito il Taranto e il Cerignola così come conosco il Picerno, il Nardò, il Gravina e l’Altamura che hanno dei super organici e sono allenati da ottimi tecnici. Sicuramente, le prime due hanno qualcosa in più…”.

L’AVVIO: “Il calendario m’interessa relativamente: la cosa più importante è capire a che punto siamo. E’ evidente che giocare subito con formazioni all’altezza è meglio: comunque, ormai il calendario è stato stilato e scenderemo in campo per sudare la maglia”.

IL TARANTO: “Come già accennato Taranto e Cerignola sono le due favorite. Gli ionici hanno mantenuto l’ossatura della passata stagione e quindi possono sfruttare il grande girone di ritorno fatto nella qualche mese fa. Sono rimasti in tanti e c’è un’ottima base condita da acquisti mirati. Si tratta di una formazione pazzesca”.

MERCATO: “Valuteremo calciatori sul mercato: sicuramente, non ne prenderemo tanto per riempire la rosa. Cerchiamo gente esperta e che sia funzionale al progetto. Stiamo trovando delle difficoltà ma il direttore Moscelli sta lavorando notte e giorno per  cercare le pedine mancanti”.

Sergio La Cava: 'Il Cerignola la squadra più attrezzata...'
Ippica: Fratelli Di Nardo in pole position all’ippodromo Paolo VI