TARANTO

Panarelli tuona: ‘Ancora è andato via senza salutare nessuno’

Vito Galasso
30.12.2018 14:30

Luigi Panarelli è un fiume in piena e non ci sta a passare per quello che non è. Nel corso della conferenza di fine anno, il tecnico dà un tuono acre alle sue parole a proposito delle esternazioni dell’ex Cristiano Ancora: «Fin dal mio arrivo ho detto che avrei voluto carta bianca e vedere la rosa che avevo a disposizione – spiega Panarelli -. Se fossi stato prevenuto, sarebbe andato via nei primi venti giorni quando il mercato era ancora aperto. Così non è stato, anzi, è stato lui al secondo giorno a dirmi che voleva trovare un’altra sistemazione. Sono stato chiaro con lui: gioco con l’under alto a sinistra e ci sarebbe stato poco spazio. Nonostante questo, ho dimostrato grande apertura. Avendo questa mansione, potevo fare tutte le scelte che volevo, per di più con la massima coerenza. Al giro di boa ho ritenuto opportuno di non avvalermi di Ancora per prendere persone che potessero alzare l’asticella. Il suo post è stato un fulmine a ciel sereno. È andato via senza salutare nessuno, tuttavia abbiamo preferito rimanere in silenzio. Dallo spogliatoio non è uscito mai nulla di male. Posso confermare che tutti hanno avuto la loro possibilità, ma non tutti restano. È partita gente come D’Alterio e Gori, che stimo tantissimo. Non c’entrano assolutamente le simpatie o le antipatie. Ci tengo a sottolineare che non si è mai spogliato o allenato altrove, Aldo Scardino lo può confermare. Si è continuamente comportato bene e quasi mai ha saltato una seduta di allenamento. Se si fosse limitato a dire che era scontento, l’avrei capito, ma tirare in ballo l’uomo, la mia famiglia e la mia fede non lo accetto. Non voglio fare polemica, non mi interessa».

Taranto: Giovanili, la Fondazione Taras saluta il ritorno di Passariello
Serie B: Doppio botta e risposta tra Foggia e Verona, termina 2-2