ALTRI SPORT

Pallanuoto C/M: Mediterraneo, sconfitta che non fa male

01.03.2018 00:31

Davide Conte

È una sconfitta che non fa male. Perché maturata al termine di un match combattuto, al cospetto di una delle compagini più forti del girone. La Baux Mediterraneo Taranto torna a mani vuote dalla trasferta di Santa Maria Capua Vetere: ma la sfida con il forte Volturno ha confermato, ancora una volta, la crescita continua dei ragazzi allenati da Paolo Baiardini. I leoni arancioblù, infatti, hanno giocato alla pari contro la formazione campana, disputando una strepitosa seconda frazione. Sono rimasti in corsa fino al termine del terzo quarto, prima di cedere le armi nei minuti finali.

Ma il Volturno ha dovuto sudare per vincere. Tanto. Lo dimostra il risicato punteggio del primo periodo: appena 1-0. Poi è la Baux Mediterraneo a salire in cattedra con le reti di Renna e Conte: a metà gara il tabellone segna l’1-2. Sembra un buon presagio.  Ma i padroni di casa non hanno alcuna intenzione di mollare: pareggiano in apertura di terza frazione, sorpassano, si fanno raggiungere da Giovanni Donadei, accelerano ancora sul 4-3. L’ultimo quarto è tutto targato Volturno, fino al 6-3 finale. 

Il tecnico Paolo Baiardini, a fine gara, sottolinea l’importanza dei progressi compiuti dal “sette” jonico. «Per noi – racconta – è stata una partita importante, che ci ha visto battuti anche se siamo stati in partita fino alla fine. Avevo chiesto concentrazione e determinazione dopo la sconfitta con Ischia e queste caratteristiche stanno pian pian venendo alla luce. Ricordo che affrontavamo una squadra a punteggio pieno, con molti giocatori di esperienza. Noi, invece, complice qualche colpo di troppo subito dai più grandi nella scorsa partita, ci siamo presentati in Campania quasi solo con gli Under 20 che hanno risposto positivamente. L’esperienza si acquista solo giocando: l'importante ora è che i ragazzi più giovani acquistino consapevolezza e sicurezza in loro stessi per giocare alla pari con tutti».

Soddisfatto anche il ds Massimo Donadei: «I nostri ragazzi stanno dimostrando di possedere potenzialità notevoli. Grazie agli sforzi organizzativi della società e al contributo del nostro tecnico stanno crescendo in fretta».

Il prossimo appuntamento per la Baux Mediterraneo arriverà sabato 3 marzo: la Polisportiva Oasi Salerno sarà ospite della piscina di via Bruno.

VOLTURNO SC - BAUX MEDITERRANEO TARANTO 6-3 (1-0, 0-2, 3-1, 2-0)

VOLTURNO: Perfetto, Tatavitto 1, Pasquariello 2, Musacchio, Fraiou 1, Chiodelli, Magliulo 1, Pasquariello, Busiello, Occhiello 1, Orlandino, Raiano, Guerriero.

BAUX MEDITERRANEO TARANTO: Busco, Bando, Orlando C., Conte 1, Giannuzzo, De Giorgio, Renna 1, Orlando L., Musciagno 1, Donadei, Selim, Lusso, Di Somma 1. All. Baiardini

Arbitro: Tuzzolo

 

Risultati quinta giornata serie C girone 6

CS Brindisi - Dream Team Salerno​ 6-4

Master Valenzano - Circolo Villani​ 3-7

Pol. Oasi Salerno - Sport Project​ 11-3

Ischia Marin C. - Airon Club​ 10-4

Volturno SC - Mediterraneo Taranto​ 6-3

Classifica

1​ Ischia Marin C.​15​ 

2​ Nuoto 2000 Napoli​ 12​

3​ Volturno SC​​ 12​ 

4​ Pol. Oasi Salerno​ 9

5​ CS Brindisi​​ 9

6​ Mediterraneo Taranto​ 6

7​ Circolo Villani​​ 6

8​ Dream Team Salerno​ 3

9​ Sport Project​​ 3

10​ Airon Club​​ 0

11​ Master Valenzano​ 0

 

UNDER 20: BAUX MEDITERRANEO, SCONFITTA DI MISURA

Sconfitta di misura per la Baux Mediterraneo Taranto nel campionato under 20 di pallanuoto. Al termine di un incontro ricco di gol gli jonici sono stati sconfitti dalla Metal Crotone con il punteggio di 11-12. Il sette jonico, in vantaggio per 10-7 alla fine del terzo quarto, ha sciupato un’occasione d’oro per portare a casa il bottino pieno tra le mura amiche. In bella mostra Conte con un poker di reti e Bando con una doppietta.

Coach Paolo Baiardini racconta così la sconfitta: «E’ stata una partita troppo umorale, iniziata con un sostanziale pareggio tra le due formazioni. La chiave di lettura è nei due strappi, uno nel terzo tempo a favore della Mediterraneo, uno nel quarto ad appannaggio di Crotone: non siamo riusciti a gestire il vantaggio di 3 reti e il Crotone, mai domo, ha recuperato fino alla vittoria. Complimenti a loro: deve essere preso anche qui come insegnamento il concetto di insistere a giocare fino allo scadere, senza mai accontentarsi, non cedendo mai all’idea di soluzioni individuali».

 

 

Pesistica: La Puglia fa festa ai campionati italiani seniores
Mise: 30 milioni per Taranto, i timori di Vico