1a Categoria

1a Categoria: Grottaglie-Sava 2-2, le pagelle del big match

Amaddio si redime col gol, classe infinita per De Tommaso. Vasco fa tremare il ‘D’Amuri’

Michele Trani
28.10.2018 18:51

Costantino 4,5: Evita la capitolazione in avvio dei due tempi, poi il patatrac. Sbaglia il rinvio da cui nasce il rigore del pareggio, l’uscita del 2-1 ed un altro rinvio su cui risulta decisivo l’errore di Urbano.

Appeso 6: Da difensore prima e da centrocampista poi prova ad incidere nella trequarti avversaria.

Lecce 6: Prestazione tra luci ed ombre con qualche sbavatura, ma anche due o tre chiusure da applausi. Espulso nel recupero, sarà out in quel di Castellaneta.

Amaddio 6: Auto-palo in avvio, soffre non poco la fisicità di Vasco. Si redime nel finale realizzando il gol del pareggio.

Pisano 5: Urbano lo mette spesso in difficoltà. 

Fonzino 5: Non una gara da ricordare. Fatica a prendere in mano le redini della squadra.

dal 37’s.t. Cantoro: s.v.

Napolitano 5: Non trova mai la posizione per incidere, sbaglia molto anche sul piano tecnico.

dal 24’s.t. Collocolo 6: Prova a dare più ordine nel finale.

De Tommaso 7,5: Nella prima frazione arretra notevolmente il raggio della sua manovra contribuendo a tenere in equilibrio la mediana biancazzurra. Si sposta più avanti nella ripresa e per il Grottaglie è notte fonda. In mezzo la solita classe che permette ai biancazzurri di uscire imbattuti: la punizione magistrale dell’1-0, il tiro al veleno non trattenuto da Bisignano che porta al 2-2 di Amaddio. Si conferma l’uomo in più dei grottagliesi

Carbone 5,5: Manca del guizzo giusto per incidere sul match.

Masella 5,5: Parte quasi vicino a Galeandro, poi allarga il suo raggio d’azione. Sfiora il gol del vantaggio, manca di esperienza nella lettura di qualche situazione favorevole. 

dal 18’s.t. Pizzolante 6: Tiene la posizione senza strafare.

Galeandro 5,5: I compagni lo servono poco e male permettendo ad Angelè di avere la meglio nel personale confronto odierno.

 

Marinelli 5,5: Le scelte in chiave under lo penalizzano. Lancia dal primo minuto Masella, ma così facendo sventra la mediana dove Fonzino e Napolitano vanno spesso in difficoltà. Nella prima frazione regge l’urto grazie all’arretramento del raggio d’azione di De Tommaso, esperimento che, probabilmente, andava ripetuto anche nel corso della ripresa. Trova un punto d’oro grazie ad Amaddio ed all’abilità del suo numero dieci. Dovrà essere bravo a trovare un nuovo equilibrio senza Leggieri.

 

SAVA

Bisignano: 6

Morleo: 6 

Angelè: 7

Teodoro: 6,5

Cimino: 6,5

Coccioli: 6,5

Caputo: 6,5

Gioia: 7

Eleni: 6,5

dal 19’s.t. Chirivì: 6

Urbano: 6,5

Vasco: 7,5

Mazza: 7

Serie D/I: 7a Giornata, il Bari strapazza il Locri e allunga
Eccellenza: In dieci, l’Avetrana si fa riprendere dal Vieste