Calcio Varie

2a Categoria: Atletico Martina, seconda vittoria in tre giorni

Poker alla Virtus Maruggio: la tripletta del bomber Palmisano e la prima rete di Calabretto lanciano i gialloblu al terzo posto in classifica

27.02.2018 22:21

Seconda vittoria in tre giorni per l'Atletico Martina, che dopo aver battuto il Santa Rita nel recupero della prima giornata di andata giovedì scorso, rifila un poker al Maruggio, grazie alla tripletta di Giuseppe Palmisano ed alla prima rete stagionale del fantasista Pietro Calabretto. Con questi sei punti, i gialloblù si mettono definitivamente alle spalle la sconfitta di Acquaviva e raggiungono il terzo posto in classifica in coabitazione con la compagine della Murgia, alle spalle dello United Sly e dell'Ideale Bari.

Lella deve rinunciare all'ultimo minuto a Santoro, febbricitante, ma porta in panchina Donato Caroli, che aveva saltato la trasferta infrasettimanale di giovedì a causa dell'influenza. Il tecnico martinese sceglie De Mitri tra i pali, Greco e Palmisano V. terzini, Marangi e Lenoci centrali di difesa, Sisto e Cassano laterali di attacco, Masi e Pasculli in mezzo al campo e Calabretto alle spalle di bomber Palmisano G. Dopo una prima parte di studio, i martinesi passano in vantaggio grazie alla rete di Calabretto e qualche secondo dopo la mezz'ora del primo tempo trovano il raddoppio con il “solito” Palmisano. Un doppio vantaggio che però viene subito vanificato da un'incomprensione difensiva tra Marangi e De Mitri, che permette al nuovo entrato Di Manzo di trovare la rete che dimezza lo svantaggio del Maruggio.

Nella ripresa però il capocannoniere del campionato rifila un uno-due in poco più di 10 minuti che stende definitivamente il Maruggio e permette all'Atletico di dosare le forze in vista dell'ultima parte di stagione: al 53’ il numero 10 dell'Atletico sfrutta al meglio un calcio d'angolo battuto da Pasculli e batte Mero per la terza volta, mentre al 66’ sigla il definitivo 1-4 gialloblu. Mister Lella, dopo aver sostituito Cassano con Caroli, richiama in panchina gli attaccanti Calabretto e Palmisano G. (al loro posto Mappa e Fuocolare) ed i difensori Marangi e Lenoci (mandando in campo Camassa e Basta), per far rifiatare i suoi e permettere a tutti di mettere minuti nelle gambe per dare una mano all'Atletico nelle 7 gare che mancano alla fine della stagione regolare, utili per guadagnare la miglior posizione possibile in vista dei playoff. Gli ultimi minuti del match, però, costano una brutta botta a Caroli, che esce per infortunio dopo un pestone subito dal capitano del Maruggio, Lanzo, che costringe gli ospiti a disputare gli ultimi scampoli dell'incontro in 10 uomini.

La prima delle 7 finali si disputerà domenica 4 marzo allo stadio “Tursi”, quando l'Atletico Martina ospiterà il Latiano, compagine che ben sta figurando in questa stagione, come dimostra il quinto posto in classifica, ad una sola lunghezza dalla squadra martinese e dall’Acquaviva. Una gara fondamentale per blindare i playoff e mettere paura al duetto barese, in vista degli scontri diretti del 18 (contro la capolista Sly in casa) e del 25 marzo (a Bari contro l'Ideale). L'Atletico non vuole fermarsi proprio adesso: il sogno della promozione in Prima Categoria deve diventare realtà.

VIRTUS MARUGGIO-ATLETICO MARTINA 1-4

RETI: 22' Calabretto, 31' Palmisano G., 32' Di Manzo (VM), 53' Palmisano G., 66' Palmisano G.

VIRTUS MARUGGIO: Mero (dal 70' Esposito), Saracino, Tripaldi, Lanzo, Maiorano E., Schirgi, Maiorano D. (dal 32' Di Manzo), Longo, Greco (dal 70' Stano), Maturo, Rossetti (dal 60' Pirlog). Panchina: Fiorentino. All. Giovanni Pisconti.

ATLETICO MARTINA: De Mitri, Greco, Palmisano V., Masi, Marangi (dal 68' Camassa), Lenoci (dall'80' Basta), Sisto, Pasculli, Calabretto (dal 67' Mappa), Palmisano G. (dal 76' Fuocolare), Cassano (dal 52' Caroli). Panchina: Pascullo. All. Ambrogio Lella.

Arbitro: Michele Altamura della sezione di Bari.

Ammoniti: Lanzo, Longo (VM); Marangi, Calabretto (AM).

2a Categoria: Sconfitta amara per la Cedas Avio Brindisi
Grottaglie: Marinelli, ‘Serve più giudizio e meno nervosismo’