Promozione

Panoramica su tarantine dell'ex tecnico del Sava, Mirko Sarli

Alessio Petralla
06.11.2018 12:36

A tracciare una panoramica completa sulle tarantine (e sul Brindisi) impegnate nel campionato di Eccellenza, di Promozione gironi A e B e di Prima Categoria, a Blunote, è l’ex allenatore del Sava Mirko Sarli: “L’Eccellenza pugliese si sta rivelando, come ogni anno, il girone più difficile d’Italia. Fa specie il fatto che l’Avetrana non stia riuscendo a vincere: sono convinto che Branà, allenatore che conosco, farà quadrato e metterà le cose apposto. Raccoglierà i risultati. Il Brindisi? E’ partito con i piedi di piombo ma ha una società importante e grandi calciatori oltre ad essere una città che ha vissuto campionati di categoria superiore. Mi aspetto una bella lotta con il Casarano”.

PROMOZIONE/A: “E’, sicuramente, un girone tosto. Non conosco bene la capolista San Marco che, però, sta dimostrando di essere una corazzata. Il Martina, reduce da un bel pareggio proprio con la prima della classe, sta facendo molto bene. I biancoazzurri hanno nove punti di ritardo dalla vetta ma dovranno recuperare la sfida con il San Paolo: grande chance per portarsi a meno sei. Sarebbero pochissimi, così, i punti da recuperare: basterebbe un ko del San Marco e vincere la sfida di ritorno al “Tursi”. Per quanto riguarda il Ginosa sta disputando un campionato altalenante: sono convinto che a dicembre sarà effettuata qualche operazione di mercato. Pettinicchio ha grande esperienza e lavorerà per tutta la stagione al meglio”.

PROMOZIONE/B: “Conosco bene il Talsano e il Lizzano che hanno due ottimi organici. I problemi del team lizzanese non sono dovuti alla rosa ma, secondo me, alla questione del campo: non è facile dover emigrare ogni settimana giocando e allenandosi lontano da casa. Inoltre, hanno un tecnico, Palmieri, che è navigato e conosce bene questi campionati. Per quanto riguarda i biancoverdi sono partiti con il piede sull’acceleratore: il tecnico Frascella fa bene, però, a tenere gli animi bassi e i piedi per terra. Li, c’è un Presidente, Fornaro, che è una persona squisita e un allenatore che ha un gran rapporto con i calciatori. La batosta avuta dalla Deghi sarà servita per ripartire. Non mi sorprenderei se nel recupero battessero l’Ugento”.

PRIMA CATEGORIA: “Complimenti alla società del San Marzano che si trova prima in classifica con un tecnico giovane: se stanno li è perché sono ben organizzati. Il Grottaglie è una corazzata che nelle ultime due sfide, per vari motivi, non si è espressa al meglio raccogliendo soltanto un punto. Il Sava ha costruito una signora squadra che fa invidia anche in Promozione. Per quanto riguarda il Castellaneta per me non è una sorpresa: li ho visti all’opera e giocano bene. I biancorossi hanno innestato buoni giocatori mantenendo l’ossatura della passata stagione. La Don Bosco Manduria è ultima in classifica a zero punti: so che hanno cambiato l’allenatore ed hanno buoni giocatori. Si risolleveranno. Il Manduria di Lippolis, invece, che milita nell’altro girone, domenica ha avuto una battuta d’arresto interna (con il Racale) inaspettata. Comunque, resta una squadra in salute che gioca al calcio e ha ottimi elementi per vincere. Le difficoltà iniziali saranno, sicuramente, state causate dalla non conoscenza delle formazioni del raggruppamento”.

Si ringrazia:

Punto C/C: Battaglia, ‘Trocini farà molto bene al Francavilla’
Martina: Moudu, 'Devo tanto al tecnico Luciano Frascella'