FUTSAL

Futsal C1/M: Azzurri Conversano in campo per sfidare Taranto

Match casalingo nel turno infrasettimanale contro la Gioco Calcio tra Amici

Comunicato stampa
08.10.2018 20:45

Tornano in campo alle 21 di domani sera (martedì 9 ottobre) gli Azzurri Conversano del presidente Mino De Girolamo. Dopo il turno di riposo forzato, imposto per il rinvio della gara con il Real Castellaneta, capitan Renna e compagni riabbracceranno il pubblico amico del palazzetto Pineta in occasione del turno infrasettimanale con la Gioco Calcio tra Amici di Taranto. Un match piuttosto ostico per la banda di mister Giliberti anche perché gli jonici si approcciano alla sfida reduci dal successo sulla Trulli&Grotte e dal buon pareggio ottenuto con il Monte Sant’Angelo. Ma in casa conversanese c’è grande voglia di fare bene anche per celebrare, una volta di più, il legame con l’azienda Fruttattiva, un legame indissolubile che dura ormai da 20 anni. E proprio in virtù di questo traguardo la presentazione della gara con la formazione rossoblu è stata affidata a Denny Boccuzzi, responsabile ristorazione della notissima azienda conversanese leader anche nel settore dei prodotti ortofrutticoli: “Quel che ci ha legato sin dall’inizio agli Azzurri è sempre stato l’affetto nei confronti del presidente De Girolamo e nei confronti della squadra – spiega Denny Boccuzzi, figlio di Gianni, fondatore e amministratore unico dell’azienda – Il binomio con gli Azzurri, dunque, è dovuto al legame che mio padre ha verso questa squadra, quasi un amore incondizionato. Come Fruttattiva abbiamo sempre sponsorizzato gli Azzurri al di là di qualsiasi ritorno che potrebbe esserci. Ricordi di questi venti anni? Ricordo benissimo  l’anno in cui riuscimmo a portare Andrea Rotondo negli Azzurri e, se non erro, era proprio l’anno in cui vincemmo in casa con il Polignano che, in quel periodo, era la squadra da battere. Fu veramente un’emozione incredibile e ricordo molto bene che, oltre alla bellissima rete dell’1-0 che Andrea segnò dalla trequarti del campo, mio padre dopo quel gol diede un calcio alle barriere che delimitano il campo per sfogare tutta la sua gioia. Sono stati stupendi anche i tempi dei vari Luigi Guglielmi, Giuseppe Genco, ecc. In squadra c’era un affiatamento particolare sia in campo che fuori, tanto che una volta proprio Guglielmi mi dedicò una rete, con tanto di maglia celebrativa, perché non stetti particolarmente bene. La squadra attuale? Onestamente non ho ancora avuto modo di seguire da vicino la squadra. So che in casa fino a questo momento ha fatto benissimo e spero possa ripetersi anche domani con il Taranto”.

 

Mecenatismo per ‘I giovani dell’Orchestra della Magna Grecia’
Taranto: Il villaggio di Natale in villa Peripato