TARANTO

Turris: Potenza, 'Il Taranto verrà a Torre per riscattarsi'

Alessio Petralla
16.12.2017 13:56

Giocatori professionali e piazza di categoria superiore: è questo il giudizio sulla sua Turris, del neo tecnico, Enzo Potenza che, a Blunote, presenta l’ultima partita d’andata con il Taranto: “La Turris è una squadra composta da calciatori molto professionali e quella di Torre del Greco è una piazza importante. Bisogna soltanto lavorare tanto in modo da trovare la giusta compattezza. Durante le feste natalizie avremo tempo per inserire al meglio i nuovi arrivati”.

LA SETTIMANA: “Il ko di domenica, con il Gragnano, è maturato per via di circostanze particolari. Sono stati fatti dei passi indietro anche se ho visto delle cose positive. In quindici giorni è difficile lavorare su certi meccanismi”.

FORMAZIONE: “Salvo imprevisti nella rifinitura avrò tutti gli effettivi a disposizione”.

IL TARANTO: “Il Taranto è sempre il Taranto: come la Turris gli ionici hanno militato in campionati importanti. Entrambe le squadre avranno il dovere morale di di dare il massimo. La classifica è deficitaria e perciò mi aspetto una partita gagliarda e battagliera in cui dovremo lottare tanto”.

LE INSIDIE: “Il Taranto vorrà riscattarsi. Poi, non dimentichiamo che ha in rosa calciatori importanti come Favetta, ottimo attaccante, Ancora che ho già affrontato negli anni passati, Marsili, Galdean e Miale che ha un gran temperamento, personalità e carattere. Non penso che saranno presi da una condizione mentale negativa”.

LA TURRIS: “Dobbiamo migliorare nell’equilibrio nelle due fasi di gioco: il calcio è fatto di questi tanto che con il Gragnano abbiamo perso per mancanza di uno dei due. Domenica dovremo gettare tutto nel pentolone perché c’è necessità di fare punti. Poi, la sosta gioverà in chiave inserimenti”.

IL CAMPIONATO: “Dopo quindici partite ogni formazione occupa il posto che merita. Non so se la Turris si trova nella giusta posizione, anche perché gli sono stati tolti quattro punti che avrebbero permesso di affrontare le partite in modo più sereno. Sono arrivato qui con la squadra che aveva perso quattro partite di fila…”.

IL MERCATO: “Sono contento del lavoro che ha fatto il ds Costagliola e il presidente Colantonio. Possiamo raggiungere l’obiettivo: adesso, però, la parola passa al campo, alle motivazioni e agli aspetti mentali”.

Si ringraziano:

 

Commenti

Avetrana: Branà, 'La nostra forza è l'umiltà'
Pronostici: Farina, 'Per il Taranto sarà durissima a Torre'