Cultura, musica e spettacolo

Teatro: La Compagnia Troisi torna in scena al Tarentum

Domenica 27 maggio sarà la volta di ‘Vizi privati, pubbliche virtù’, domenica 3 giugno bis in costume con ‘Due gocce d’acqua’

Comunicato stampa
22.05.2018 11:05

Aria di fine maggio, tempo di teatro. Puntuali e attesi, come ogni anno, tornano gli appuntamenti con la Compagnia Teatrale “Massimo Troisi”. Anche per il 2018 il gruppo consolidato e affiatato di attori tarantini sarà impegnato in una divertentissima mini-stagione teatrale composta da due date sul palcoscenico dell’Auditorium Tarentum: domenica 27 maggio sarà la volta di “Vizi privati, pubbliche virtù”, domenica 3 giugno bis in costume con “Due gocce d’acqua”. 

La ricetta, apprezzatissima, è quella di sempre: l’affezionato pubblico della Compagnia potrà godere di due serate imperdibili nel segno del puro divertimento, delle risate convinte e spontanee e della satira di costume.

Raffaele Boccuni e la sua Compagnia puntano a confermare e incrementare lo straordinario successo di pubblico dello scorso anno. Il talento del commediografo e regista tarantino è sfociato in due nuove opere adatte, secondo consuetudine, a deliziare tutti i tipi di pubblico: un marchio artistico che contraddistingue la Compagnia, giunta al trentesimo anno di attività.

Il primo appuntamento del 2018 è in cartellone domenica 27 maggio con «Vizi privati, pubbliche virtù», alle 19.30 sul palco dell’Auditorium Tarentum.

L’irresistibile trama della commedia vede due coniugi, Sonia e Corrado alle prese con una famiglia bizzarra e coesa... a parole tutta casa e chiesa, intenta nei preparativi del matrimonio della figlia Luce. Ma i protagonisti hanno a che fare anche con il falso fidanzamento del figlio Odoacre con la giovane Natasha, con lo zio Onofrio “mano morta”, la zia Enrichetta molto vispa, per non parlare della testimone Alda donna molto focosa, dello strambo e vizioso Don Patrizio e del vivace Ercole, balbuziente “a comando”.

Tutti hanno segreti da nascondere: gli equivoci e i colpi di scena si susseguiranno a ripetizione, in un tessuto narrativo caratterizzato da battute esilaranti e sviluppi che interesseranno e coinvolgeranno tutti i personaggi sino alla chiusura del sipario. Perché nulla è come sembra. 

La ventesima opera teatrale scritta da Boccuni si rivela, ancora una volta, ispirata e ricca di spunti tratti dal mondo contemporaneo. Teatro leggero e cabaret divengono confini mobili e labili: si ride a crepapelle e, allo stesso tempo, si riflette con la vita di personaggi che potrebbero tranquillamente appartenere alla nostra vita di tutti i giorni. Nuovi “mostri” a volte caricaturali, a volte perfettamente coincidenti con la realtà.

Saranno protagonisti sul palcoscenico Raffaella Nardella (Sonia), Doriana Bonetti (Luce), Pino Capolupo(Corrado), Dino D’Antoni (Odoacre), Annarita Agnino (Alda), Giulia De Roma (Natasha), Franco Bergami (Don Patrizio), Patrizia Camerino (zia Enrichetta), Gianni Albertucci (zio Onofrio) e Mimmo Cito (Ercole).

Allo spettacolo mancano pochissimi giorni e si va verso il "tutto esaurito": i biglietti sono in vendita presso il Box Office di via Nitti 106: per informazioni si può contattare il numero 0994540763. Questi i prezzi (posti numerati) nell'accogliente cornice dell'Auditorium Tarentum: platea e galleria 10 euro.

La Compagnia “Troisi” tornerà poi sul palco il 3 giugno alle 19.30 con “Due gocce d’acqua”, altra commedia scritta e diretta da Raffaele Boccuni.

Commenti

Boxe: Il ‘Secondo Masseria Ruina’ allo Youth Giovanni Rossetti
Eventi: Domenica 3 giugno ‘Atmosfere Armene a Taranto’