TARANTO

De Gennaro: ‘La Sporting Fulgor ha una gestione da oratorio...’

L'ex tecnico rossoblù a Blunote: ‘Il loro campionato è segnato e non so se riusciranno a iscriversi al campionato di Eccellenza’

Alessio Petralla
27.03.2018 14:03

Molfettese doc, è l’ex tecnico del Taranto Pantaleo De Gennaro a presentare, a Blunote, il prossimo avversario dei rossoblu, la Sporting Fulgor Molfetta: “Beh, questa squadra purtroppo è gestita come una formazione da oratorio. La classifica lo conferma. Nel corso della stagione c’è stata una girandola di allenatori. Ormai è destinata alla retrocessione e non so nemmeno se s’iscriverà al campionato di Eccellenza. Il Taranto deve fare solo la sua gara, ovviamente senza sottovalutarli. C’è ben poco da dire. Il presidente Lanza lascia a desiderare: vuole fare per forza l’allenatore collezionando due retrocessioni di fila. Inizialmente, sulla panchina biancorossa sedeva Lopolito che non è per niente l’ultimo arrivato; poi è arrivato Prosperi, che conosco bene, ma Lanza non gli ha dato neanche il tempo di respirare”.

LA GARA: “Quella tra Taranto e Sporting Fulgor è una partita scontata: Cazzarò sa benissimo cosa deve fare. Gli ionici devono restare soltanto concentrati. I quattro gol presi dai molfettesi con il Gragnano dimostrano che non sono in ottime condizioni fisiche visto il crollo da 2-0 a 2-4, e che non hanno una grande organizzazione. Spesso vanno in vantaggio e crollano”.

LE INDIVIDUALITA’: “La Sporting Fulgor ha giovani che possono dare molto fastidio tra cui Guadalupi che conosco bene: con me giocò qualche spezzone di partita con la maglia del Taranto. E’ un giocatore che non si discute. Peccato perché la rosa non è male, ma praticamente non si allenano e nel contesto che vivono non è facile. In zona realizzativa sono bravi e possono dare fastidio”.

IL CAMPIONATO: “Ragno, che è stato un mio allievo, sta per conquistare la seconda promozione di fila. E’ un vincente. Il Francavilla domenica scorsa ha giocato un’ottima partita con Volpicelli che in questa categoria è sprecato: se dovessi fare un campionato a vincere lo prenderei subito. Comunque, i lucani devono stare attenti alla Cavese che è un’altra signora squadra, ma i cinque punti di distacco sono un vantaggio importante per il Potenza che deve solo amministrare. Il Taranto, con la Frattese, meritava il pareggio…”.

DE GENNARO: “Ho avuto qualche richiesta in campionati dilettantistici, ma avendo avuto un incidente ed essendomi rotto il gomito ho dovuto rinunciare”.

Si ringraziano:

 

Commenti

Serie B: Perquisizioni della Finanza nella sede del Foggia
Molfetta: Tenneriello, 'Giocare allo 'Iacovone' per noi è una festa'