TARANTO

Taranto: Miale, ‘Un messaggio ai nostri detrattori’

Il capitano: ‘Ho detto ai compagni di dimostrare che il ko con la Frattese era solo un episodio’

08.04.2018 17:04

“È stata una partita spettacolare. Al di là della nostra vittoria, chi è venuto alla stadio si è sicuramente divertito. Abbiamo superato un avversario di grande livello, adesso dobbiamo confermarci a Gragnano”

RAMMARICO “Campionato buttato via? Se siamo a 13/14 punti dal primo posto vuol dire che il Potenza ha dimostrato di avere qualcosa più di noi. Se però analizziamo il cammino del Taranto da dicembre in poi, con il cambio di società, dobbiamo vedere le cose in maniera diversa. Dipende dai punti di vista...”.

DETRATTORI “Dopo il ko con la Frattese, ho detto ai miei compagni che avremmo dovuto dimostrare ai detrattori che si trattava solo di un incidente di percorso. Chi sono i detrattori? Anche quando si perde con una squadra sulla carta più debole, bisogna criticare con i termini giusti portando sempre rispetto verso i calciatori. Il mio compito è quello di far capire ai compagni chi vuole veramente bene al Taranto e chi no”.

SOFFERENZA “Nel primo tempo abbiamo sofferto, ma le partite durano novanta minuti: ci sono momenti in cui subisci e soffri l’avversario, altri in cui sei tu a renderti pericoloso. Non dimentichiamo che avevamo di fronte un attacco fortissimo, che nel girone di ritorno ha segnato 16 gol in trasferta”.

GOL SUBITO “Il gol concesso alla fine è arrivato perché eravamo sbilanciati alla ricerca del 3-0: ci siamo fatti sorprendere in contropiede non rimediando in un errore commesso a centrocampo”

NERVOSISMO “A volte posso sembrare esagerato e molto nervoso, ma spesso lotto per difendere i compagni più piccoli ai quali tutti devono portare rispetto”.

CORBIER “L’allenatore ha lavorato molto su di lui perché quando è arrivato non era abituato a difendere. Sta migliorando molto e se si sacrifica può darci una mano”.

 

Commenti

D/H: Finisce in parità il posticipo della 30a Giornata
1a Categoria/B: 26a Giornata, Norba Conversano va in fuga