Serie D

Diakite: 'Ecco i segreti per contrastare il Cerignola'

L'attaccante a Blunote: 'A Torre Annunziata ho ritrovato serenità grazie a Campilongo e alla società'

Alessio Petralla
14.05.2019 18:02

Il Savoia è uscito dai playoff a testa altissima perdendo 2-1 in quel di Cerignola per via di episodi dubbi, come spiega a Blunote l'ex attaccante del Taranto Adama Diakite: "Quella di domenica scorsa è stata una bellissima partita, giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Sapevamo che sarebbe stato con un Cerignola che non ha mai perso in casa, ma l'abbiamo affrontata bene chiudendo il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa, per via di due episodi molto dubbi, il rigore e il fallo su Del Sorbo che ha viziato l'azione del secondo gol, i gialloblù sono riusciti a capovolgerla".

IL CONSIGLIO: "Questo Cerignola va affrontato con aggressività e intensità. È una squadra molto tecnica e con grosse individualità che va pressata alta”.

CERIGNOLA-TARANTO: "Mi aspetto una gara combattuta visti i tanti calciatori importanti in campo. Nei primi minuti si studieranno, ma con il passare del tempo il Taranto dovrà essere più spregiudicato dal momento che ha solo la vittoria a disposizione”.

DIAKITE: "Qui in Campania mi sono ritrovato grazie all'ambiente, alla società e al tecnico che ha creduto in me facendomi sentire al centro del progetto. Tutti questi ingredienti mi hanno dato serenità tanto che sono riuscito a segnare anche undici gol".

IL FUTURO: "Sono sincero, per adesso non c'è niente. Voglio solo godermi le vacanze. Vedremo".

IL TARANTO: "E' mancata la fortuna nei momenti in cui si doveva spingere sull'acceleratore. Inoltre, dover sempre inseguire non ha aiutato: è stato fatto un grosso sforzo mentale nonostante la squadra costruita sia davvero forte".

Si ringraziano:

Eccellenza: Gallipoli, ‘Senza stadio è impossibile programmare’
[Video] Serie B: Foggia, Sannella ‘Combatteremo fino alla fine’