TARANTO

Taranto: Bova, ‘Ora siamo più compatti, i risultati lo confermano’

Il difensore in vista del Savoia: 'Troveremo un avversario diverso rispetto all'andata'

Alessio Petralla
09.02.2019 11:44

Una sfida delicata e difficilie quella di domenica con il Savoia che il difensore rossoblù Dario Bova presenta così: “Il Savoia viene da una buona striscia di risultati ed è allenata da un tecnico che fa giocare bene le sue squadre. Cercheremo di vincere per superare un altro difficile scoglio. Poi penseremo agli altri match".

IL SAVOIA: "Sulla carta è forte, tra le prime cinque. Quella di Torre Annunziata è una piazza esigente quasi come la nostra. La rosa presenta ottime individualità oltre ad alcuni ex che vorranno levarsi qualche sassolino. In settimana abbiamo lavorato bene, dobbiamo solo mettere in pratica ciò che abbiamo preparato”.

L'ANDATA: "A Torre Annunziata fu l'ultima gara prima del calo. Facemmo un'ottima prestazione difendendo lo 0-1 con i denti. Rispetto ad allora siamo migliorati tanto, soprattutto a livello difensivo tant’è vero che nelle ultime dieci gare abbiamo subito soltanto due gol. Siamo più compatti".

MIGLIORAMENTI: "Ora siamo maggiormente consapevoli delle nostre forze e riusciamo sempre a fare gol prendendone meno o non subendone proprio. Ne incassavamo un po' troppi. Ora stanno arrivando i risultati tanto che abbiamo ottenuto nove successi su dieci".

IL LAVORO: "Sta venendo fuori il lavoro di Panarelli: prima c'erano momenti morti della partita in cui subivamo gol o rischiavamo. Ora siamo più uniti grazie al lavoro settimanale sul campo e ai consigli dello staff tecnico".

LE DIFFERENZE: "Sarà un Savoia diverso dall'andata. Prima i bianchi giocavano palla lunga su Del Sorbo, ora la loro manovra parte da dietro".

DIAKITE: "E' un bravissimo ragazzo oltre che un ottimo calciatore, però l'amicizia finisce nel tunnel. In campo non esistono amici".

BOVA: "Giocando a sinistra avevo maggiore difficoltà, adesso a destra va tutto bene. Inoltre, inizialmente, non sto mai benissimo fisicamente, ho bisogno di tempo per smaltire il peso della preparazione".

LA GARA: "Sarà una partita difficilissima che sappiamo come affrontare”.

I NUOVI INNESTI: "Per la crescita della squadra sono stati utili anche gli innesti del mercato di dicembre: ad esempio, Di Bari sta dando una grossa mano".

LA CONCORRENZA: "Sono abituato alla concorrenza, ma per vincere un campionato bisogna essere in tanti e tutti validi. Ho accettato senza problemi anche la tribuna, basta che chi gioca dia il 100%".

LA TIFOSERIA: "Taranto mi ha sempre suscitato emozioni. Era strano prima non vedere lo stadio pieno. Siamo contenti perchè stiamo risvegliando l'entusiasmo di questa gente che merita altre categorie. Con il Cerignola avevo i brividi. Speravo di giocare in uno stadio così".

Si ringraziano:

Diavoli Rossi: Massafra per Allievi, l'ostica Olimpia per Giovanissimi
Volley C/F: Vibrotek, il ds Millardi 'Classifica corta e abbordabile'