ALTRI SPORT

Atletica: Barbara Cimmarusti si ritira alla 100 km del Passatore

La tarantina ex azzurra residente a Pesaro: "Preparazione ridotta, ma ne è valsa la pena. Ci riproverò"

Redazione
28.05.2018 18:05
È andato a vuoto il tentativo di Barbara Cimmarusti di concludere la sua prima 100 km del Passatore.
L'ultramaratoneta tarantina residente a Pesaro ha preso parte sabato alla più famosa corsa italiana sui 100 km. Si trattava della sua prima gara sulla distanza dopo tre anni: in passato, si era messa in grande evidenza vincendo la 100 km di Seregno della Brianza e partecipando a due edizione dei Mondiali con la maglia azzurra. Il suo personale è di 8h05:48 stabilito nel 2015 a Winshoten, in Olanda in occasione dei Mondiali.
La tarantina ha dovuto arrendersi dopo 65 km, circa due terzi del percorso che, da piazza del Duomo a Firenze, porta al centro della città romagnola.
"Dal 35° km ho dovuto lottare con i crampi alla fascia plantare ad entrambi i piedi  - ha spiegato sul suo profilo Facebook -. Ho cercato di tenere duro fino a Marradi, alternando corsa e camminata, ma poi è diventato un vero calvario". 
L'atleta 46enne tesserata per il Grottini Team Recanati proverà ancora a terminare questa corsa: "La delusione è stata tanta - ammette - anche se sapevo dall'inizio che sarebbe stata un' impresa arrivare alla fine considerando la ridotta preparazione. Oggi, rivedendo le foto, ho rivissuto tutte le emozioni provate da prima della partenza e l'unico pensiero è che ne vale veramente la pena riprovarci il prossimo anno! Ovviamente non smetterò mai di ringraziare la mia squadra Grottini Team".
Per la cronaca, la gara è stata vinta dalla  croata Nikolina Sustic, alla quarta affermazione consecutiva, in 7h53:57, davanti alla connazionale Marija Vrajic (8h26:57) ed Elisa Zannoni (Atl. 85 Faenza, 8h43:15).
In campo maschile, dopo 12 vittorie consecutive Giorgio Calcaterra ha ceduto lo scettro ad Andrea Zambelli, che ha tagliato il traguardo in 6h54:34 dopo un lungo duello, risolto solo nella parte finale, con il tedesco Benedikt Hoffmann (7h04:55), mentre il romano della Calcaterra Sport, pluricampione iridato, ha chiuso terzo  in 7h32:04.

Commenti

Lega Pro: Calcioscommesse, 38 indagati per presunte combine
Atletica: Console bissa il "Memorial Antonio Fava" sei anni dopo