1a Categoria

1a Categoria/B: Punto, Grottaglie e Castellaneta fanno il vuoto

Grottagliesi e valentiniani vincono ancora ed allungano sulle più immediate inseguitrici. Impresa del Crispiano: battuto il Sava

Michele Trani
20.12.2018 15:00

Una formazione del Castellaneta - Foto Mimmo Cassano

Continua la sfida a distanza tra Grottaglie e Castellaneta. Dopo i pareggi contro Capurso e Sava, le prime due della classe tornano al successo confermando di avere una marcia in più rispetto alle inseguitrici, incapaci di tenere il ritmo. Il Grottaglie, in particolare, uscito rafforzato dal mercato dicembrino con il ritorno di Camassa e gli arrivi, tra gli altri, di Birtolo e Raffaello (oltre che del 48enne Aruta) espugna all’inglese il campo dell’Erchie grazie ai gol del giovane Masella e del solito Appeso. Per l’esterno biancazzurro, restituito al suo ruolo più naturale da Orlandini, si tratta della sesta marcatura consecutiva (tutte realizzate nelle ultime cinque gare di campionato). Tiene il ritmo però il Castellaneta che travolge il Locorotondo staccandolo definitivamente in classifica. Il De Bellis si conferma un talismano per i valentiniani che si impongono in larga misura grazie alla tripletta di Haka ed alla firma di Gjonaj. L’acquisto dell’ex Conversano, in particolare, sembra aver dato una marcia in più alla prima linea dei biancorossi. Giovedì, nel recupero della gara rinviata contro la Cedas Avio Brindisi, potrà arrivare il tanto agognato aggancio che potrebbe preannunciare ad un testa a testa da qui alla fine del torneo. Alle spalle delle prime due rallenta il Capurso che non va oltre l’1-1 nel match interno contro la Football Acquaviva. Il solito Fieroni non basta ai padroni di casa che scivolano a sei punti dalla capolista Grottaglie. Pillola statistica: arriva dopo dodici gare il primo pareggio della Football Acquaviva. Solo il Locorotondo finora è riuscito a non impattare neanche un match (otto vittorie e cinque sconfitte per i blaugrana). Giù dal podio irrompe il Polimnia che si impone di misura sul San Vito scavalcando tutte le altre contendenti per un posto al sole. I baresi confermano di attraversare un buon momento di forma che andrà ribadito nel prossimo match esterno quando renderanno visita alla capolista Grottaglie. In mezzo alla classifica prova ad allungare il passo il Massafra che si impone in larga misura grazie ai gol di Camara (doppietta) e Turi. La  verve della prima linea giallorossa spinge i tarantini ad un passo dalla quinta piazza anche perché non riesce ad avanzare in graduatoria il Sava, clamorosamente sconfitto sul campo del Crispiano. La neos academy vede così allontanarsi, forse in maniera irrimediabile, la vetta. Sono tre punti d’oro invece per il Crispiano che vola a quota 17 portando ad un margine di tutta sicurezza i punti di vantaggio sulla zona più a rischio. Zona a rischio che vede allungarsi la graduatoria grazie al colpaccio della Cedas Avio Brindisi che espugna 2-0 il campo dell’Atletico Acquaviva portando a cinque i punti di vantaggio sulla penultima piazza. Vittoria di larga misura, infine, per il San Marzano che maramaldeggia su un Latiano sempre più in crisi grazie ad uno scatenato Kunde, autore di una doppietta.

Futsal A2/F: Sale, ‘Cuore e carattere, questo è il Città di Taranto’
Serie D/H: Giudice sportivo, Savoia-Gelbison a porte chiuse