TARANTO

Vito Di Bari a Blunote: 'Al Taranto non ho saputo dire di no'

Alessio Petralla
30.11.2018 13:21

Vito Di Bari nella foto Anna Verriello/Bitonto Calcio

Manca soltanto l'ufficialità e Vito Di Bari tornerà a difendere la maglia rossoblù come negli anni d'oro della Serie C. Lo conferma lo stesso calciatore a Blunote: "Mi sono liberato dal Bitonto e c'è un accordo di massima con il Taranto: già da sabato potrei essere in riva allo Ionio. Era la mia priorità".

FRANCAVILLA IN SINNI: "Non potrò giocare perchè a quanto pare il tesseramento dovrebbe farsi lunedì".

LA SFIDA: "A 36 anni ho voglia di rimettermi in gioco: già in passato stetti bene a Taranto. Ci tengo a ringraziare il tecnico Panarelli che mi ha chiamato. Non sono riuscito a dire di no".

IL TARANTO: "E' una squadra fortissima che, ultimamente, per piccoli episodi non ha ottenuto il bottino pieno. Speriamo che già da domenica si possa risalire. I rossoblù sono vivi e giocano al calcio".

LA DIFESA: "Con il Cerignola, il Taranto è la squadra più forte. In difesa ha calciatori importanti. Ha tanti atleti di spessore a prescindere dai gol subiti: non si deve colpevolizzare un singolo reparto. Serve calma e non bisogna trasmettere pressioni".

LA TIFOSERIA: "Sono contento di tornare: in questi giorni mi hanno scritto in tanti felici per questa notizia così come qualche altro si è mostrato scettico per la mia età. Torno con umiltà e in punta di piedi sperando di difendere bene e di coronare un bel sogno".

Si ringraziano:

 

Taranto: Quasi 200 i mini abbonamenti sottoscritti
Serie B: Foggia, la Mafia tentò di imporre l’ingaggio di un calciatore