Cultura, musica e spettacolo

Concerti: Da Mozart ai Deep Purple, Roman Kim a Taranto

‘Un classico un po’ rock’: il violinista da record con la maschera di vetro venerdì 5 aprile al Teatro Orfeo

Comunicato stampa
02.04.2019 13:38

Ha suonato con metà volto coperto da una maschera di vetro, passa con disinvoltura da Mozart ai Deep Purple, i suoi video su Youtube dove interpreta “Air” di Bach con tutte le parti del suo strumento lo hanno reso famoso in tutto il mondo! Il violinista da record Roman Kim sarà il prossimo attesissimo ospite della stagione “Eventi Musicali”. “Un classico un po’ rock” si terrà venerdì 5 aprile alle ore 21 al Teatro Orfeo di Taranto. L’artista sarà accompagnato dall’Orchestra Magna Grecia diretta dal Maestro Piero Romano. 

Roman Kim, nato in Kazakistan, è uno dei violinisti più controversi del nostro tempo. Il giovane virtuoso di Colonia è tenuto in grande considerazione da tutti i grandi violinisti mondiali, Ivry Gitlis descrive la sua arte come “uno degli spettacoli più incredibili che abbia mai sentito, da quando sono nato”. Durante la sua breve carriera, Kim ha ampliato i confini tecnici del suo strumento, seguendo le orme di Niccolò Paganini. Come solista, Kim è elogiato dalla critica per l’energia esplosiva del suo suono, il suo incredibile virtuosismo, la sua tecnica impeccabile e la purezza del suo tocco. Come innovatore sviluppa costantemente nuove tecniche per soddisfare le sue idee creative. Ha inventato un nuovo tipo di archi, utilizzato da diversi violinisti, e sperimentazioni sull’uso dei vetri prismatici. Come compositore, Kim non si preoccupa delle scuole e delle convenzioni, ma scrive e organizza la musica che è un’espressione dei suoi sentimenti romantici e sfida le sue capacità artistiche, oltrepassando i confini di ciò che si pensava fosse tecnicamente possibile sul suo strumento, solo alcuni anni fa. Tra le sue composizioni di successo troviamo la parafrasi “I Brindisi”, “Dies Irae” per violino solo, e il suo concerto per violino, presentato a Cluj Napoca (Romania) nel 2017. Le sue trascrizioni polifoniche per violino solista di “Eine kleine Nachtmusik” di Mozart e “Highway Star” dei Deep Purple hanno fatto scalpore. La sua trascrizione polifonica di “Air” di Bach è stata pubblicata da Bärenreiter nel 2015 ed esaurita in pochi mesi. Anche i suoi “Tre romanzi” per violino e pianoforte hanno riscosso un enorme successo dopo essere stati pubblicati da Bärenreiter.

L’Orchestra della Magna Grecia sarà diretta dal Maestro Piero Romano, ideatore, fondatore e direttore artistico dell’ICO dal 1993. Come direttore d’orchestra ha collaborato con Aldo Ciccolini, Stefano Bollani, Raphael Gualazzi, Mischa Maisky, Amii Stewart, Lucio Dalla, Uto Ughi, A. Gavrilov, Mariella Devia, Ray Chen, Milva, Albano, Gino Paoli, Gregory Porter, Vladimir Davidovič Aškenazi, Noa, Dee Dee Bridgewater, Renzo Arbore, Serena Autieri, Tony Hadley, Beppe Fiorello, Andrej Vladimirovič Gavrilov.

Programma della serata:

Roman Kim

Concerto per violino e orchestra in Si minore

Allegro

Andante

Moderato Eroico

Roman Kim

I Brindisi

Introduzione e variazioni sul tema “Libiamo”, lieti calici dall’opera “La Traviata” di Giuseppe Verdi, per violino e orchestra

Antonín Dvořák

La Sinfonia n. 8 in Sol maggiore, per orchestra

I Allegro con brio

II Adagio

III Allegretto grazioso

IV Allegro ma non troppo

Costo del biglietto

Poltronissima 30 euro

Platea centrale e Prima galleria 20 euro

Seconda e terza galleria 15 euro

Per informazioni e biglietti: a Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, in via Tirrenia n.4 (099.7304422) - via Giovinazzi 28 (cell. 392.9199935). Basile Strumenti Musicali, Taranto, via Matteotti 14 (099.4526853)

Taranto: ‘I commercianti del quartiere Tamburi meritano ascolto’
Volley C/M: Playoff, stop Grottaglie in casa del Gravina