Serie B

Serie B: Il Foggia cade a Brescia, decide Donnarumma

Armando Borrelli
30.03.2019 19:57

Donnarumma, match winner nella sfida tra Brescia e Foggia

Termina 2-1 il match tra Brescia e Foggia valido per la 30^ giornata del campionato di Serie B disputato al “Rigamonti”: ospiti in vantaggio al 5’ con Galano, pareggio locale al 32’ di Martella prima che nella ripresa Donnarumma trovi il gol del definitivo 2-1.

LA PARTITA Al 4’ Leali si sporca i guantoni sul mancino debole dalla distanza di Torregrossa, poi, al primo tiro in porta della sua partita, è il Foggia a trovare il vantaggio: Kragl verticalizza per Mazzeo che crossa al centro trovando l’errore di Romagnoli e la reattività di Galano, abile a controllare ed insaccare nella rete alle spalle di Alfonso con l’esterno sinistro. Il Brescia cerca il pareggio ma al 6’ prima Gerbo e poi Ranieri chiudono sui tentativi di Spalek e Torregrossa, poi al 9’ Ndoj fallisce clamorosamente sparando alle stelle l’assist di Donnarumma, “servito” da un errore in fase di disimpegno di Billong. Dopo le conclusioni imprecise di Cistana all’11’ e Kragl al 20’, Loiacono non trova per un soffio la rete dello 0-2 con una volée sul corner battuto dalla sinistra da Kragl al 28’, poi però è il Brescia a trovare il pareggio: al 32’ Torregrossa batte la punizione appoggiando per Martella che scocca un potente e preciso rasoterra mancino che si spegne nell’angolino basso alla sinistra di un incolpevole Leali. I “Satanelli” reagiscono con il tiro di Gerbo al 34’ bloccato senza patemi da Alfonso ed un tentativo impreciso di Kragl al 36’, poi ritorna a fare la voce grossa il Brescia con la mira di Viviani e Donnarumma imprecisa al 39’ ed al 43’, ma nel mezzo al 40’ è provvidenziale Leali a dire “no” sul tiro di punta di Donnarumma. Anche ad inizio ripresa sono i padroni di casa a partire meglio, ma manca l’istinto del killer nel mancino di Torregrossa al 46’ e Donnarumma incorna alto al 50’. Cistana al 54’ anticipa Galano all’interno dell’area piccola dopo un buono spunto personale di Deli, poi al 63’ la svolta della partita: Minelli vede un calcio di rigore per un contatto tra Torregrossa e Loiacono, Donnarumma si fa respingere il tiro dagli 11 metri da Leali ma si fionda poi sulla ribattuta insaccando in rete il 2-1. Il Brescia gestisce i ritmi del match con Donnarumma che al 75’ non impensierisce il portiere rossonero, poi l’ultima vera occasione da gol giunge al 77’, quando Iemmello incorna di poco a lato il cross di Ranieri, con le mire di Gerbo al 93’ e Billong al 94’ che risulta essere di molto imprecisa.

CLASSIFICA Il Brescia rimane in vetta alla classifica, portandosi a +3 sul Palermo fermato sull’1-1 dal Cosenza. Il Foggia rimane in 17^ posizione - che, se il campionato finisse oggi, vorrebbe dire retrocessione diretta - con un distacco di 2 punti dal Venezia 16°.

BRESCIA-FOGGIA 2-1

RETI: 5’ Galano (F), 32’ Martella (B), 65’ Donnarumma (B)

BRESCIA (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Martella; Bisoli, Viviani, Ndoj (79’ Gastaldello); Spalek (60’ Dall’Oglio); Donnarumma, Torregrossa (77’ Rodriguez). Panchina: Andrenacci, Lancini, Cortesi, Semprini, Tremolada. Allenatore: Eugenio Corini.

FOGGIA (3-5-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Zambelli (84’ Cicerelli), Gerbo, Greco, Deli (84’ Chiaretti), Kragl; Galano (67’ Iemmello), Mazzeo. Panchina: Noppert, Agnelli, Martinelli, Boldor, Matarese. Allenatore: Sig. Gianluca Grassadonia

Arbitro: Daniele Minelli di Varese. Assistenti: Luigi Lanotte di Barletta e Giovanni Baccini di Conegliano. Quarto Uomo: Valerio Marini di Roma 1.

Ammoniti: Gerbo, Greco, Loiacono (F); Spalek, Dall’Oglio, Viviani (B).

F1: GP Bahrain, Giovinazzi partirà ancora dalle retrovie
Karate: Europei, Semeraro sul podio anche nella gara a squadre